Confettura di mele annurche campane, ricetta con foto

Confettura di mele annurche

IMG_4750

 

 

Oggi in blog la ricetta di una confettura speciale,

quella alla mela annurca!

La Mela Annurca campana è un tipo di mela della regione Campania, in particolare del napoletano, tale da essere considerata la “regina delle mele” ed ha ricevuto il riconoscimento di Indicazione Geografica Protetta. Una tipologia di mele conosciuta sin dall’epoca romana e che rientra, quindi, a pieno titolo, tra le varietà di mele antiche d’Italia.

L’Annurca è nota per la qualità dei suoi frutti, dal sapore unico ed eccezionale, dalla polpa bianca, gradevolmente acidula e succosa, con aroma caratteristico e profumo finissimo, una vera delizia.. E, infatti, è in assoluto la mia tipologia di frutta preferita! Pensate che ho un albero di mele annurche, e vi sono molto affezionata, non potrei fare più a meno delle mie care mele annurche.

I frutti sono medio-piccoli, di forma appiattita-rotondeggiante, mai uguali l’uno all’altro e la loro caratteristica è l’arrossamento a terra delle mele nei cosiddetti “melai”.

Queste sono le nostre mele a maturare, il periodo di maturazione va dalla fine del mese di
Ottobre in poi…

mela annurca

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I melai sono costituiti da piccoli appezzamenti di terreno, sistemati in modo da evitare ristagni idrici, su cui sono stesi strati di materiale soffice vario: paglia, trucioli di legna, etc. Su di essi vengono poste le mele raccolte ancora quando sono acerbe e vengono fatte maturare al sole, rigirandole ad una ad una, ogni tot di giorni. Per altre info, soprattutto sulle proprietà nutritive della Mela Annurca vi rimando a questo link della Regione Campana.

Dopo aver decantato questo prodotto della mia regione e vista la sovrabbondanza di frutti a disposizione, vi voglio parlare della bontà di questa confettura. Una confettura buonissima, con il sapore che solo la melannurca sa dare, la consistenza un po’ “ruvida” e con un profumo eccezionale.

IMG_4745

 

Se cercate una ricetta di confettura di mele, magari di mele Annurche, provate questa delizia. Attualmente la sto mangiando o per colazione o per merenda ed ogni volta le mie papille gustative mi ringraziano.

Ecco cosa occorre!

Ingredienti per 3-4 vasetti

(secondo la loro dimensione)*

  • 1 kg di mele (al netto della buccia, quindi ne occorrono almeno 1,6 kg circa)
  • 800 g di zucchero (io 700 g)
  • 150 ml di acqua
  • 1 limone bio (succo)
  • 1 stecca di cannella
  • una bacca di vaniglia

* Io preferisco utilizzare vasetti piccoli, perchè in questo modo non stanno aperti troppo tempo in frigo e terminano prima.

Preparazione

Lavare le mele, sbucciarle e togliere il torsolo con i semini. Tagliarle a fette e poi a pezzetti. Man mano che le metterete nella pentola, irrorarle con succo di limone per evitare che anneriscano. Cuocere le mele a pezzetti in una pentola con una stecca di cannella e l’acqua fino a che diventino morbide. Occorreranno circa 20 minuti.

 

IMG_4726

Una volta ammorbidite, unire lo zucchero e i semini di una stecca di vaniglia e portate di nuovo sul fuoco, mescolando di tanto in tanto.

Lo zucchero si scioglierà e formerà uno sciroppo.

IMG_4727

 

IMG_4728

 

Dopo circa 20 minuti frullare con il frullatore ad immersione fino a rendere le mele in purea.

Portare a cottura la marmellata, cuocendo a fiamma media, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

IMG_4729

 

Tempo totale: circa un’oretta di cottura.

Per capire quando la marmellata sia pronta, occorre effettuare la prova piattino“. Prelevare con un cucchiaino un po’ di marmellata e metterla su un piattino che inclinerete di 90°. Se vedete la marmellata colare subito, allora occorre qualche altro minuto di cottura sul fuoco. Se, invece, la marmellata risulta essere densa e cola piano per poi fermarsi, allora la marmellata è pronta. Da questa prova dipende la fluidità o meno di una marmellata. Raccomando di non cuocerla troppo sennò diventerà troppo compatta e quando la capovolgerete si attaccherà al tappo.

Versare la marmellata in vasetti ermetici di vetro precedentemente sterilizzati, tappare e capovolgerli immediatamente per creare il sottovuoto.

******************

Per sterilizzare i vasetti

Io sterilizzo i vasetti facendoli bollire in una capace pentola per almeno 20 minuti (tempo che si calcola dal’inizio del bollore), avvolti da canovacci, per evitare che possano rompersi. Li faccio asciugare a testa in giù, poi li giro per fare in modo che si asciughino anche internamente. Si possono sterilizzare anche in forno, che è molto più comodo, disponendo i vasetti, con l’apertura verso l’alto, in forno a 100° e una volta raggiunta la temperatura desiderata lasciar i barattoli per 10-15 minuti all’interno del forno acceso. A 5 minuti dalla fine, mettete i coperchi. Lasciate nel forno spento e invasare da bollenti.

**********************

Dunque, versare la marmellata ancora bollente nei vasetti sterilizzati, tappare i vasetti  e riporli a testa in giù per creare il sottovuoto. Lasciarli in questa posizione per qualche ora: in questo modo si sterilizzerà anche il tappo.

Dopodichè, etichettare i vasetti indicando la data di produzione e conservarli in un luogo fresco e asciutto. La marmellata realizzata in questo modo si conserva per circa 1 anno o anche di più, se conservata in condizioni ottimali, ovvero in un luogo fresco ed asciutto.

Consigli

Per le marmellate potete anche riciclare i vasetti, i tappi però devono essere nuovi per evitare la formazione di muffe. Una volta aperto un vasetto di marmellata, si conserverà naturalmente in frigorifero per circa 20-25 giorni.

Ecco la mia confettura di mele Annurche campane!

IMG_4744

Ottima se spalmata sui croissant o fette biscottate semi-integrali o comunque dal sapore rustico.

Eccezionale!

IMG_4757

 

Sto pensando di utilizzarla per farcire una crostata, magari arricchita con farine rustiche o farine di mandorla o di nocciole…

Provatela!

IMG_4755

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa paginahttps://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdevi tutte le novità!

 

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.