Crea sito

Chiffon cake, ricetta passo per passo

DSCI2798 copia

 

Che cos’è la chiffon cake? E’ un dolce molto famoso negli Stati Uniti, infatti da noi è anche soprannominato “ciambellone americano“. Perchè Chiffon Cake? Il nome deriva da quello della stoffa impalpabile e leggera, alludendo chiaramente alla estrema sofficità del dolce. Un dolce, chiariamolo, povero di grassi e abbastanza light, in quanto non è previsto burro, come nei consueti dolci americani. E’ una specie di nuvola, altissima e sofficissima, che si presta a tante varianti. Uno dei dolci più morbidi al mondo secondo il mio parere, si scioglie davvero in bocca, infatti la sua sofficità è straordinaria! La ricetta è stata divulgata nel forum Cookaround, da cui ho tratto la ricetta.

E’ un dolce che vale davvero la pena di provare almeno una volta nella vita e non spaventatevi dalla presenza del cremor tartaro, nella ricetta serve a stabilizzare gli albumi e non come agente lievitante, contribuendo alla leggerezza di questo dolce. Il cremore è ormai reperibile in tutti i supermercati a pochi cent di euro. Oppure potreste provare ad acquistarlo in farmacia, dove è venduto come acido tartarico e, se proprio non riusciste a trovarlo, vi dirò come sostituirlo.

Vediamo come preparare la chiffon cake!

Ingredienti per la chiffon classica (diametro 24 cm, altezza 12 cm)

  • 200 g farina 00
  • 85 g di frumina
  • 280 g zucchero
  • 6 uova XL (in genere pesano 70 g l’una)
  • 195 ml acqua
  • 120 g olio di semi (io di mais)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina da 8 grammi di cremor tartaro
  • 1 pizzico sale
  • scorza grattugiata di limone (o di arancia)
  • bacca o aroma vaniglia

Procedimento

Preriscaldare il forno statico a 160°.

In una grande ciotola setacciarvi la farina, la frumina e il lievito. Aggiungere il sale e lo zucchero. Al centro formare un incavo e mettervi in sequenza -senza amalgamare- l’olio, i 6 tuorli, l’acqua, la scorza grattugiata di limone o di arancia, gli aromi (ad esempio, un cucchiaino di estratto di vaniglia) e lasciar così gli ingredienti.

pizap.com10.92495836084708571395076176700

 

Nel frattempo montare a neve fermissima gli albumi con il cremor tartaro. Se non riuscite a reperire il cremor tartaro, sostituitelo con 2 ml di succo di limone per ogni albume utilizzato in ricetta.

Per ottenere una chiffon cake ancora più alta, aggiungere altri 2 albumi, per un totale di 8 albumi.

pizap.com10.90610386850312351395076438930

Ora riprendere l’insieme degli altri ingredienti e amalgamare con lo sbattitore fino ad avere un composto liscio, spumoso e omogeneo, per 10 minuti circa.

A questo punto unire al composto in 2-3 tempi gli albumi montati a neve molto delicatamente, con un cucchiaio di legno o una frusta a mano, con movimenti che vanno dall’alto verso il basso per non smontare il tutto.

pizap.com10.0203945157118141651395076835757

Versare il composto nello stampo originale, in genere è uno stampo alto 12 cm, avente dei piedini per consentire il capovolgimento dello stampo a cottura ultimata. In realtà, io ho utilizzato un normale stampo a ciambella di 26 cm di diametro (all’apertura, mentre misura 24 cm alla base) e 10 cm di altezza, pagandolo molto meno rispetto all’originale.

Potreste utilizzare anche un normale stampo a ciambella in alluminio da 30 cm, oppure una pentola alta in alluminio, senza parti in plastica chiaramente, dal diametro di 24 cm: io l’ho fatto prima di acquistare lo stampo che vedete in foto.

DSCN1936

 

La regola fondamentale per la riuscita di questo dolce particolare è che lo stampo non va imburrato nè infarinato: il dolce dovrà, infatti, raffreddarsi a testa in giù senza correre il rischio di scivolare dallo stampo.

Cuocere la chiffon cake nel ripiano inferiore del forno preriscaldato a 160° per 50 minuti e a 175° per ulteriori 10-15 minuti. Vale in ogni caso la prova stecchino. Terminata la cottura, sfornare e capovolgere immediatamente lo stampo sul collo di una bottiglia oppure su 4 bicchieri o su 4 tazze.

2014-01-22 11.39.12

In questo modo lasciate raffreddare la chiffon a testa in giù per qualche ora, fino al suo completo raffreddamento.

Qualora al momento del capovolgimento dovesse cascare giù dallo stampo, ciò vorrà dire che permane ancora umidità interna nel dolce. Per questo motivo io prolungo sempre la cottura di almeno altri ulteriori 10 minuti circa! Quindi, proprio per evitare questo inconveniente, cuocio a 160° per 60 minuti (anzichè 50 minuti) e poi a 175° per ulteriori 10-15 minuti (io 15 minuti).

Dopo averla fatta raffreddare bene, con una spatola di silicone staccatela delicatamente dalle pareti dello stampo, capovolgetela su un vassoio e spolveratela con zucchero a velo a piacere e gustarla così com’è, facendovi avvolgere da questa nuvola di bontà.

pizap.com10.125832501798868181395077179663

 

Oppure potete glassare o farcire la chiffon cake o decorarla come una vera e propria torta, rivestendola anche con la pasta di zucchero. La sua caratteristica è, infatti, che non richiede bagna data la sua estrema sofficità!

pizap.com10.26337486179545521395077378815

 

Note sugli ingredienti

Potreste personalizzare e aromatizzare la vostra chiffon cake in vari modi. Potreste, cioè, sostituire il quantitativo di acqua presente in ricetta con succo di arancia o di pompelmo o con parte di succo al limone, per un sapore più deciso.

Potreste, poi, sostituire parte della farina con farina di nocciole o di mandorle, per una chiffon da un gusto goloso.

Chiffon cake bicolore

Io ho usato succo di arancia sostituendolo totalmente all’acqua e aromatizzato l’impasto con buccia grattugiata di arancia. Ho poi aggiunto a 3/4 del composto 20 g di cacao amaro setacciato, ottenendo una deliziosa chiffon cake bicolore!

pizap.com10.4289665208198131395077822458

 

Vi consiglio vivamente di provare la chiffon, ne vale davvero la pena!

Si conserva tranquillamente per 3 o più giorni, mantenendo intatta la sua caratteristica morbidezza (ma vi assicuro che finirà prima del tempo eheh!).

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” alla mia pagina fb https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258?fref=ts   per non perdervi tutte le novità.

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

11 Risposte a “Chiffon cake, ricetta passo per passo”

  1. Ciao non ho deciso quando la farò ma voglio provarla vorrei chiederti una cosa siccome utilizzo le uova delle galline di mamma ne metto sempre 6 o devo raggiungere i 420 gr? Siccome nella tua ricetta dici di utilizzare 6 uova xl?

    1. Ciao Mery! Le uova delle galline della mamma penso siano uova piccine, (per quanto siano moooolto più buone e genuine), non grandi come quelle che vendono ai supemercati… Per cui credo peseranno sui 40-50 grammi.
      Alla fine fai come hai già pensato, aggiungi tot di uova per arrivare almeno a 400 g (peso senza guscio), in questo caso però per fare la chiffon dovrai separare i tuorli dagli albumi.
      Un tuorlo di uovo grande pesa sui 20 g e un albume sui 40 g per cui… 😉

      1. Ciao! beh tutto liquore no, anche pperchè è una bella quantità d’acqua…Però puoi mettere 1-2 cucchiai di liquore per aromatizzare. certo che va bene così 😉

    1. Ciao Reena. Dunque devi usare una spatola di silicone e inizia a staccarlo prima intorno, lungo il bordo iniziale della teglia, poi capovolgerlo e in teoria dovrebbe sfilarsi da solo, oppure infila la spatola e da un lato cerca di sfornarlo tenendolo sempre capovolto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.