Carciofini sott’olio, ricetta con tutorial fotografico

2014-03-28 16.08.21

E’ tempo di carciofi…Ormai li vedo ovunque… Ma i carciofini, quelli piccoli e teneri, ancora no… Quando li ho visti presso un fruttivendolo, non ho resistito: dovevano essere miei!! Però, ne ho comprato giusto un paio di chiletti con l’intenzione di farli sott’olio. Erano bellissimi, piccini, di un bel colore violaceo… Credo di averne comprati troppo pochi, perchè questi carciofini sott’olio sono davvero molto buoni… Quindi, sicuramente li ricomprerò per farne altri vasetti. Anche perchè i vasetti hanno una lunga durata e potrete avere a disposizione i carciofini anche nei periodi successivi, quando non troverete più carciofi.

2014-03-28 16.06.55

Vediamo come si fanno. Ho cercato di spiegare tutto passo passo, è davvero molto semplice realizzare queste conserve, purchè si adottino le dovute precauzioni circa la sterilizzazione dei vasetti.

Se amate i carciofi come me, dovete assolutamente prepararli sott’olio!

Ingredienti per tre vasetti

  • 2 kg di carciofini
  • 1 limone
  • 1 lt di aceto di vino bianco
  • 1 lt di acqua acqua
  • olio evo
  • 4 spicchi di aglio
  • sale q.b.
  • spezie a piacere (origano,peperoncino, foglie di alloro, etc)

 Preparazione

Pulire i carciofini privandoli delle foglie esterne e con un coltello tagliate la base e la punta. Metteteli in una ciotola con acqua acidulata con spicchi di limone. Consiglio di indossare i guanti durante quest’operazione per evitare le le vostre dita possano annerirsi. I carciofini leggermente più grandi tagliateli poi in quattro parti per far sì che la cottura sia uniforme con quelli più piccini.

pizap.com10.487841590773314241395856361389

Tenere i carciofini nell’acqua acidulata per un’ora circa.

In una pentola mettete aceto e acqua in parti uguali e portate ad ebollizione. Quando inizia a bollire, tuffarvi i carciofini, precedentemente scolati e sciacquati sotto l’acqua corrente. Tuffarli pochi alla volta.

Dovrete far sbianchire i carciofini per circa 4 minuti, tempo che si conteggia dalla ripresa del bollore. Scolateli man mano e sistemateli su un telo o su una vecchia tovaglia.

pizap.com10.55451105395331981395856636671

Consiglio di fare questa operazione la sera e di lasciare i carciofini tutta la notte. Infatti, prima di procedere ad invasarli dovranno essere completamente asciutti. In ogni caso, fateli asciugare almeno mezza giornata.

Dovrete usare vasetti di vetro sterilizzati e completamente asciutti all’interno. Io li sterilizzo facendoli bollire per almeno 30 minuti, avvolti da canovacci, per evitare che possano rompersi. Li faccio asciugare a testa in giù, poi li giro per fare in modo che si asciughino anche internamente.

2014-03-27 10.28.12

Condire i carciofini in una zuppiera, aggiungendo l’olio evo, sale, spicchi d’aglio precedentemente sbollentati in aceto e spezie a piacere (io ho messo peperoncino, origano, basilico, menta…tutte spezie rigorosamente secche). Riempire i vasetti con i carciofini che andranno schiacciati per evitare la formazione di bolle d’arie. Ricoprire completamente i vasetti con l’olio (io ho usato solo olio extravergine d’oliva, voi volendo potreste usare olio di semi).

Per sicurezza, lasciateli per almeno un giorno con il tappo semplicemente appoggiato ai vasetti per controllare il livello dell’olio…Infatti, potranno essere necessari ulteriori rabbocchi d’olio.

pizap.com10.3984187524765731395932122912

Una volta trascorso questo tempo, chiudere i vasetti stringendo molto bene i tappi, poi per una maggiore sicurezza, far bollire i vasetti in una pentola piena d’acqua, avvolgendoli con strofinacci, per 30 minuti circa dalla ripresa del bollore.

Fate raffreddare i vasetti nella pentola. Dopodiché, etichettate i vostri vasetti con la data di produzione.

2014-03-28 16.06.25

Non consumateli subito, ma conservateli in un luogo asciutto e fresco per circa 10 giorni. Una volta aperto un vasetto, conservarlo a temperatura ambiente e ricoprire i carciofini restanti con olio, in modo che restino sempre ricoperti in superficie.

In estate, mi è capitato di conservare il vasetto aperto in frigo (specie se le temperature esterne sono elevate). L’olio si rapprenderà un po’, ma basterà tenerlo a temperatura ambiente per un po’.

2014-03-28 16.07.45

 

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa pagina https://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258  per non perdevi tutte le novità!

 

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

Una risposta a “Carciofini sott’olio, ricetta con tutorial fotografico”

  1. Ciao Lucia.
    Circa un mese fa mio marito mi ha portato dalla campagna un bel bustone di carciofini ed ho voluto provare la tua ricetta (che rispetto alla mia prevede la cottura con il 50% di aceto…quella di mia madre il 100%…un pò troppo per i miei gusti)…oggi l’assaggio…
    che dire…buonissimi!!!se non mi freno sono capace di finire l’intero barattolo in una volta!!! 😀
    Grazie ancora per i consigli!
    Michela

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.