Angel cake all’arancia, ciambellone di soli albumi sofficissimo e profumatissimo

Angel cake all’arancia

IMG_4629

Buongiorno a tutti , mancano pochi giorni al Natale… Siete carichi? State preparando i panettoni o i pandori, che rappresentano il vero simbolo delle festività natalizie. Sono lievitati buonissimi, certo un po’ laboriosi e solitamente ricchi di tuorli e di burro.

E, quindi, cosa farne degli albumi? Non gettateli, sapete che posso conservarsi in frigo fino ad una settimana, chiusi in una ciotola ermetica, ed anche congelare? Io li congelo in  bicchieri di plastica, segnandone la quantità. Infatti, basta sapere che solitamente un albume di un uovo medio grande pesa all’incirca 40 grammi. Li conservo fino a 3 mesi, poi li faccio scongelare per ameno una notte in frigorifero e vi assicuro che si montano benissimo!

Oggi vi propongo una buonissima ricetta di un ciambellone agli albumi, il più ben noto come Angel cake! La caratteristica di questo dolce penso sia nota, si tratta di un ciambellone di origine americana, composto da soli albumi e senza alcun tipo di grasso.

Si, esatto, senza burro ed olio e incredibilmente soffice e buono!!

 

IMG_4634

Ve ne avevo già parlato nella ricetta dell’Angel cake al limone e quella (golosissima) al cioccolato (e Baileys).

Un dolce che si fa apprezzare per la sua estrema morbidezza, che è proprio la caratteristica particolare di questo dolce. Un dolce che si differenzia dalla chiffon cake, perchè è composto di sole chiare d’uova, mentre la chiffon si prepara sia con tuorli che albumi (noto che nel web c’è ancora confusione in merito).

Entrambi richiedono l’utilizzo di uno stampo apposito, quello con i piedini e il fondo amovibile. Uno dei miei recenti acquisti… 

IMG_4119

Ho utilizzato gli albumi avanzati dalla preparazione del panettone, così ho fatto fuori in un sol colpo una grande quantità di chiare d’uova, ottenendo un dolce sofficissimo e senza grassi, utilizzando le arance bio della mia campagna.

Che profumo!

Vediamo come ho realizzato questa Angel cake all’arancia ! La ricetta è tratta da quella del maestro Montersino, ma aumentando le dosi di una metà (le dosi originarie del maestro sono sulla ricetta dell’Angel cake al limone)

Ingredienti per uno stampo da Angel cake da 24 cm e alto 11 cm

  • 540 g di albumi (da circa 14-15 albumi)
  • 300 g di zucchero semolato
  • 225 g di farina tipo 00
  • 8 g di cremor tartaro (una bustina) *
  • 225 g di zucchero semolato
  • 15 ml di liquore (ad es Cointrau)**
  • 3 g di buccia grattata di arancia (2 arance)
  • 3 g di sale
  • 1 pizzico di vaniglia (io l‘estratto di vaniglia homemade)

* Il cremor tartaro è un agente lievitante naturale derivato dall’uva ed è indispensabile per la preparazione dell’angel cake. Ormai si trova in tutti i supermercati in comode bustine.

** L’alcool in cottura evaporerà lasciando un gradevole aroma. Se non volete metterlo, nessun problema, basta che utilizziate degli aromi che rendano questo dolce profumato e gradevole. Io ho messo succo d’arancio con un cucchiaio di liquore agli agrumi. Potreste utilizzare Cointreau, rhum, etc.

Preparazione

Montate a neve fermissima gli albumi la prima quantità di zucchero.

IMG_4120
Setacciate in una ciotola capiente la farina, il cremor tartaro ed il sale. Aggiungete l’altra quantità di zucchero e mescolate. E la buccia grattata di 2 arance.

IMG_4603

Poi aggiungere la meringa alle polveri poco alla volta e mescolando dal basso verso l’alto per non smontare il tutto.

Aggiungete il liquore o il succo d’arancia e mescolate. Io ho aggiunto anche un cucchiaino di estratto di vaniglia. Deve venire un composto omogeneo e spumoso.

IMG_4604

Versare l’impasto nello stampo dell’Angel food cake (quello con i “piedini” e il fondo amovibile)

Versare il composto nello stampo assolutamente non imburrato.

IMG_4605

Cottura

Infornare a 170° per 45-50 minuti. In ogni caso, vale sempre la prova stecchino per controllare se il dolce sia cotto internamente. Se del caso anche un’oretta circa, coprendo la superficie con carta stagnola.

Una volta completata la cottura, sfornare il dolce e capovolgere immediatamente sui piedini oppure sul collo di una bottiglia. Tenere capovolto fino a completo raffreddamento, solitamente per 3-4 ore.

IMG_4125

Una volta freddo, passate una lama di un coltello o la spatola di silicone lungo il bordi per staccare l’Angel cake dallo stampo e sempre con l’aiuto della spatola staccatelo dal fondo.

Capovolgere il dolce su un vassoio da portata e spolverizzare con abbondante zucchero a velo a piacere.

Se avete tanti albumi che vi avanzano da altre preparazioni consiglio assolutamente di preparare l’Angel food cake! All’arancia poi è eccezionale

IMG_4640

Primo piano

Si nota la estrema sofficità?

E’ adatto per ogni occasione, magari servendolo con una glassa al cioccolato (oppure a tono, con zucchero a velo e succo d’arancia), anzichè zucchero a velo diventa un dolce un po’ più elaborato da presentare a tavola.

Ma già così, da solo,l’ Angel cake è buonissimo!

Provatelo 😉

IMG_4636

Se vi è piaciuta questa ricetta, vi invito a cliccare “Mi piace” a questa paginahttps://www.facebook.com/pages/Dolcesalatoconlucia/441574555973258 per non perdevi tutte le novità

 

Pubblicato da dolcesalatoconlucia

Ciao a tutti, ho 30 anni, vivo e lavoro in prov. di Napoli e ho una grandissima passione per la cucina. Il mio interesse è rivolto parimenti al dolce quanto al salato. Spero di poter dare un forte contributo e aiutarvi nelle vostre creazioni!

5 Risposte a “Angel cake all’arancia, ciambellone di soli albumi sofficissimo e profumatissimo”

    1. ciao. Potresti ridurre un po’ lo zucchero sia nella 1^ quantità che nella 2^ quantità
      Io ho provato a ridurre di 50 g sia per l’uno che per l’altra
      Lucia

  1. Ciao Lucia, mi piace l’idea di questa sofficissima torta. Inoltre ho molti albumi congelati che rischiano la pattumiera, ma NON ho il tuo stampo, bensi il classico stampo a ciambella in silicone….
    dici che riesco a farla ???

    Grazie x il uto bel blog e per i tuoi preziosi consigli, Marica

    1. Ciao Anna, puoi usare uno stampo normale a ciambella, purché non lo imburri dal momento che la caratteristica di questo dolce è di raffreddare capovolto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.