Spaghetti ai frutti di mare – cenone della vigilia

Spaghetti ai frutti di mare

Semplice ma preziosa, la cena della vigilia sarà rigorosamente di magro e come vuole la tradizione tutta a base di pesce.

Spaghetti ai frutti di mare

Ingredienti per 5-6 porzioni

  • 500 g di spaghetti
  • 500 g di cozze
  • 1 chilo misto tra vongole cannolicchi lupini telline
  • 250 g di pomodorini freschi o in scatola
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 2 spicchi di aglio
  • olio extravergine q b
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • sale

 

Preparazione

Mettete a bagno i frutti di mare in acqua fredda salata per circa 2 ore, in caso contengano sabbia la espelleranno.

Scolateli e lavateli bene sotto il getto dell’acqua fredda corrente, le cozze vanno spazzolate una per una e con un coltellino appuntito si tolgono le incrostazioni dal guscio e per finire, con uno strappo rapido e deciso si tira via anche il bisso.

Fate dischiudere le cozze in una padella a parte e gli altri frutti di mare in un’altra padella entrambe coperte con un coperchio, aggiungete in entrambe un goccio di vino bianco.

Quando il tutto si è dischiuso spegnete  il fuoco e sgusciate una parte di molluschi eliminando i gusci. Filtrate con un colino a maglie strettissime il liquido di cottura lasciando il fondo se contiene sabbia o impurità.

Versate in una padella (deve essere molto grande da contenere anche la pasta una volta cotta) abbondante olio,  mettete i due spicchi di aglio e fate riscaldare, a piacere potete aggiungere del peperoncino se vi piace il piccante.

Aggiungete i pomodorini tagliati a pezzetti, se avete quelli in barattoli, aggiungeteli interi.

Fate andare il sughetto per pochi minuti e poi aggiungete i molluschi con il loro liquido filtrato e una bella manciata di prezzemolo tritato fine fine, tenendo però da parte una decina di vongole e di cozze e qualche cannolicchio col guscio che vi serviranno per la decorazione finale.

A questo punto il sugo deve cuocere pochissimo, altrimenti i frutti di mare diventano duri, giusto 5 minuti, quindi intanto avete già calato la pasta in acqua che bolle giustamente salata.

Scolatela quando è ancora molto al dente e versatela nella padella con i frutti di mare. Fate saltare il tutto mescolando e portando a giusta cottura la pasta e aggiungendo un mestolo della sua acqua che avete messo preventivamente da parte prima di scolarla.

Togliete la padella dal fuoco trasferite gli spaghetti ai frutti di mare in un grande piatto da portata, decorate con i frutti di mare messi da parte e portate subito in tavola.

signature_1

Precedente Graffe napoletane farcite alla nutella Successivo Biscotti di Natale semplici-Biscotti di Natale da regalare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.