Risotto alle ortiche con salsiccia e stracchino

Oggi consiglio un primo di personalità, un po’ piccantino ma addolcito e reso cremoso dalla mantecatura a base di stracchino. Forse sembrerà un dettaglio di poco conto, ma mantecare con il formaggio giusto può fare la differenza nella preparazione di un risotto. Molto dipende dal tipo di latte di cui il formaggio è fatto: più materia grassa contiene, meglio manteca. Di solito manteco con burro e formaggio. Oltre a usare Grana Padano, Pecorino e Parmigiano grattugiati, per dare la giusta corposità al risotto uso anche formaggi diversi. Quando desidero un tocco di dolcezza, come in questo caso, uso lo stracchino oppure crescenza. Qualsiasi formaggio scegliate, se desiderate un risotto davvero perfetto, unite gli ingredienti della mantecatura a fiamma spenta, coprite la pentola e lasciate riposare per circa 3 minuti, quindi mescolate e portate subito in tavola.

  • Preparazione: 20 Minuti
  • Cottura: 25 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 persone
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Riso Carnaroli 320 g
  • Ortiche 100 g
  • Stracchino 100 g
  • Grana padano (grattugiato) 30 g
  • Salsiccia (piccante) 50 g
  • Cipolle mezza
  • Burro 50 g
  • Vino bianco secco mezzo bicchieri
  • Brodo vegetale 2 l
  • Olio extravergine d'oliva q.b.
  • Sale-Pepe q.b.

Preparazione

  1. Mondare le ortiche e metterle a cuocere in acqua bollente salata per circa 2 minuti. Dopodiché scolatele bene, trasferitele su un tagliere e con un coltello tritatele finemente.

    Tritate la cipolla e  fatela stufare iinsieme ad una noce di burro e un filo di olio. Aggiungete la salsiccia tagliata a piccoli pezzi e fate insaporire.

    Adesso versate il riso e fatelo tostare per un paio di minuto, mescolandolo. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco quindi fate evaporare.

    Allungate con qualche mestolo di brodo bollente ed unite le ortiche.

  2. Continuate la cottura  a fiamma moderata, ricordando di mescolare e allungare nuovamente con il brodo bollente a mano a mano che si restringe.

     

     

  3. A pochi minuti dal termine della cottura, regolate di sale e pepe.

    Al giusto punto di cottura spegnete la fiamma e trasferite la pentola lontano dai fuochi

Mantechiamo a fiamma spenta

  1. Risotto alle ortiche

    Mantecate unendo il burro rimasto, il grana grattugiato e lo stracchino e mescolate vigorosamente per ottenere un risotto perfettamente all’onda.

     

  2.  

    A questo punto assaggiate ed eventualmente regolate ancora di sale.

  3. Servite subito il vostro risotto alle ortiche con salsiccia e stracchino.

Ortica benefici e controindicazioni

  1. Risotto alle ortiche

    L’ortica è una pianta molto urticante, quindi per raccoglierla è doveroso munirsi di forbici e guanti spessi onde evitare fastidiose irritazioni alle mani. Per quanto riguarda la scelta consiglio raccogliere le foglioline più tenere.

     

     

     

  2. L’ortica possiede molte proprietà curative: depura l’organismo, aiuta la diuresi e alcalinizza il sangue facilitando l’eliminazione di tossine e grazie al contenuto di ferro e clorofilla è indicata in molte tipologie di anemie.

  3. Ma, come per altri rimedi naturali anche per l’ortica è necessario non esagerare con l’assunzione; Tra le possibili controindicazioni c’è il rischio di iperidrosi (sudorazione eccessiva) ed è sconsigliata alle donne in gravidanza, a chi soffre di pressione alta e a chi è in cura con terapie ormonali.

Note

Per chi non gradisse la salsiccia secca piccante può sostituirla con quella normale, anche la salsiccia fresca va bene, basta togliere il budello e sgranarla. In questo caso aumentare la quantità, mettetene circa 200 grammi.

Precedente Ciambella soffice panna e cioccolato Successivo Mattonella gelato ai pavesini

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.