Pane ciccioli e patate per il picnic di pasquetta

 

Oggi pane ciccioli e patate per il picnic di pasquetta. La settimana scorsa ho preparato lo strutto che mi servirà nei prossimi giorni. Ci farò la pastiera di maccheroni, i biscotti di pasqua, come li chiamano da queste parti, e lo userò anche per fare la frolla della pastiera di grano. E quando si fa lo strutto del lardo che si scioglie restano i ciccioli con i quali si fa il pane, o la treccia rustica. Questa è la ricetta del pane che faceva la mia mamma fino a poco tempo fa, naturalmente con il lievito madre, il criscito come lo chiama lei. Per il pic-nic di pasquetta non poteva e non può mancare il pane ai ciccioli (da noi chiamati cicole). Io è da qualche mese che sto usando il licoli e mi trovo benissimo. Ce l’ho sempre in frigo a portata di mano e quando ho voglia di pasticciare con un lievitato ne prendo un cento- duecento grammi, a seconda di quello che devo fare, e lo sciolgo nell’acqua tiepida. Per questa pagnotta ai ciccioli si aggiungono anche delle patate cotte e schiacciate. La patata con il suo amido ci dà un pane più morbido e lo arricchisce di un sapore speciale. Ovvio che se non avete il lievito madre potete farlo anche con il lievito di birra fresco, in questo caso la lievitazione sarà più rapida. Dopo queste precisazioni passiamo alla ricetta.

 

pane ai ciccioli


Pane ciccioli e patate

Ingredienti per 2 pagnotte

1 kg di farina 0

200 g di licoli o 1 cubetto di lievito di birra

200 g di ciccioli

2 patate cotte in acqua con la buccia

2 cucchiai di strutto

1/2 cucchiaino di zucchero

2 cucchiaini di sale fino

pepe a piacere

acqua tiepida qb

Procedimento

Sciogliete il licoli in un bicchiere di acqua tiepida, aggiungete lo zucchero e la purea di patate.  Mettete 3-4 cucchiai di farina e amalgamate con una forchetta per alcuni minuti. Coprite la ciotola e lasciatela in un posto riparato a temperatura ambiente. Riprendetela quando vedrete affiorare in superficie  delle bolle, significa che il lievito ha iniziato ad attivarsi. Ora aggiungete la farina e un poco alla volta, l’acqua (sempre tiepida) in cui avete sciolto il sale. Lavorate l’impasto con le mani per altri cinque minuti, non va lavorato molto. Vi accorgerete che l’impasto è più appiccicaticcio, non vi preoccupate  è per via delle patate.

Coprite di nuovo la ciotola e fate lievitare fino al raddoppio. Se avete usato il lievito di birra basteranno un paio di ore altrimenti ci vorrà più tempo. Io di solito mi preparo l’impasto la sera e se è inverno lo lascio a lievitare a temperatura ambiente per tutta la notte. Se invece fa caldo lo metto nella parte bassa del frigo sempre per tutta la notte.

A questo punto trasferite l’impasto su un piano di lavoro e sgonfiatelo,  dividetelo in due parti, e procedete con uno alla volta, stendetelo leggermente allargandolo con le mani. Spalmatelo con lo strutto, distribuite i ciccioli in maniera uniforme e mettete anche una spolverata di pepe.  Questa volta io non l’ho messo…problem 😀

Date un paio di pieghe all’impasto e formate un filoncino, fategli un taglio al centro che aiuterà la lievitazione.Trasferitelo su una placca foderata di carta forno, e fate lievitare in forno spento con la luce accesa, ancora per un’oretta. Fate la stessa cosa per l’altro filoncino. Mettete sulla parte bassa del forno, una teglia piena di acqua e tirate fuori il pane prima di accendere il forno, regolate il termostato al massimo, 200-220° e raggiunta la temperatura abbassate a 190° prima di introdurre di nuovo il pane. Potreste cuocere le pagnotte contemporaneamente scambiandole di posto a metà cottura, io mi trovo meglio con una alla volta. Sarebbe l’ideale avere un forno grande e poterle metterle alla stessa altezza ma….!!!

Fate cuocere il pane fino a quando avrà assunto un bel colore dorato, circa 30-35′. Dopo venti minuti controllate e se vedete che scurisce troppo copritelo con un foglio di carta stagnola. Ora, finalmente potete gustare il vostro pane, vi consiglio di  papparne una pagnotta calda calda e l’altra di conservarla in un sacchetto di tela e portarla con voi al picnic di pasquetta.


 

Precedente Piselli in cialda di parmigiano Successivo Pastiera di riso con amaretti e gocce di cioccolato

4 commenti su “Pane ciccioli e patate per il picnic di pasquetta

  1. Ah che meraviglia Chiara, ingredienti sani e genuini, un po’ pesantucci per la linea 😛 ma nella nostra cucina, soprattutto nel periodo pasquale, dobbiamo tenerci in forza, no? 😀 ha ha ha! Un bacione carissima :-*

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.