Migliaccio salato – ricetta originale antica

Famosissimo il Migliaccio di Carnevale dolce ma non tutti sanno che c’è anche una versione salata particolarmente saporita e sostanziosa. Ve ne avevo parlato→  QUI sottolineando il fatto che fosse una ricetta rivisitata e adattata secondo i gusti della mia famiglia. Il migliaccio salato nella ricetta originale che la mia mamma odiava, invece, era proprio questo, una ricetta poverissima che si preparava cuocendo la farinella mescolata a pasta, di solito era la pasta mista detta “ramasuglia” e unendo cicoli di maiale, pepe e pecorino grattugiato. Fatto l’impasto si trasferiva in una padella di ferro chiamata “sartania” e si faceva rosolare coperto con il “testo”(antico recipiente simile a un coperchio, dotato di manico, con cui si coprivano le pietanze poste sul suolo del camino ben caldo di brace e che, a sua volta, veniva coperto di brace.

Detto ciò, e ritornando ai giorni nostri con qualche piccolo trucchetto possiamo ancora preparare questa squisita pietanza sia in forno che in padella, seguitemi, vi dirò come fare !

 

Migliaccio salato

 

Migliaccio salato – ricetta originale antica

Ingredienti

  • 300 g di pasta (spaghetti – bucatini o pasta mista)
  • 200 g di farina di mais
  • 3 litri di acqua
  • 50 g di strutto o burro
  • 100 g di salsiccia stagionata
  • 50 g di ciccioli (facoltativi)
  • 50 g di formaggio pecorino grattugiato
  • strutto o burro per la teglia
  • sale e pepe q.b.

 

Preparazione Migliaccio salato

Mettere una pentola capiente con l’acqua sul fuoco, aggiungere la salsiccia tagliata a tocchetti, lo strutto o burro ed un pizzico di pepe macinato.
Appena l’acqua raggiunge il bollore calare gli spaghetti precedentemente spezzati in due parti e aggiustare di sale. A metà cottura della pasta allontanare la pentola dal fuoco e aggiungere anche la farina di mais. Versare la farina facendola cadere a pioggia mescolando di continuo per non formare grumi. Rimettere sul fuoco e continuare a mescolare fino a cottura. Spegnere il fuoco e far riposare 5 minuti, dopodiché aggiungere il formaggio e girare il composto finché sarà ben incorporato.

Come cuocere il migliaccio salato

A questo punto si può scegliere di procedere in due modi a seconda di come si decide di terminare la cottura del migliaccio, se al forno o fritto in padella.

Se si sceglie di cucinare il migliaccio al forno ungere una teglia con lo strutto o burro e versare il composto, livellarlo bene, dopodiché mettere in forno a 190-200 gradi fino a doratura.

Oppure dividere il composto in piatti fondi e far raffreddare.

Il composto raffreddando si indurisce e prende la forma del piatto formando una sorta di frittatina.

Procedere alla cottura in una padella, metterci un giro abbondante di olio, staccare il migliaccio dal piatto e farlo soffriggere da entrambi i lati, finché si sarà formata una golosa crosticina dorata e croccante.

 

Migliaccio salato

 

 

IMG_1620

 

 

 

IMG_1572

Migliaccio salato cotto in padella

 

 

Migliaccio salato

Migliaccio salato cotto in forno

 

Se le mie ricette ti piacciono seguimi anche sui Social: Facebook→ Twitter→  Pinterest → Instagram

Ti aspetto…GRAZIE 😉

Precedente Polpettone al forno con patate - ricetta Successivo Polpette di ricotta al sugo - ricetta vegetariana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.