Chiacchiere di Carnevale – Asciutte e friabili

Chiacchiere di Carnevale

Le chiacchiere di Carnevale sono i classici dolci fritti che tutti conoscono e che assumono nomi diversi a secondo delle regioni di provenienza. Io da piccola li ho sempre sentiti chiamare nocchette. Mi sembra di sentire la mia mamma quando ci diceva – “se fate i bravi vi faccio le nocchette con il miele”!! Era una sorta di ricatto ma funzionava sempre… sì che facevamo i bravi….erano così buone con quel miele appiccicaticcio e i confettini colorati non dovevano mancare!! 😀  A casa nostra le chiacchiere “nocchette” si facevano spesso, non solo durante il periodo di carnevale, anche perché avevamo le arnie con le api e il miele non mancava mai.

Ora lasciamo da parte i ricordi che mi commuovono sempre e passiamo alle chiacchiere dei giorni nostri…ora è raro che io faccia le chiacchiere con il miele, i miei ragazzi le preferiscono con lo zucchero a velo ma qualcuna appiccicaticcia di miele mi arriva sempre grazie a zia Antonietta !! 😉

Chiacchiere di Carnevale

 Chiacchiere di Carnevale

Ingredienti

  • 500 grammi di farina 00 + q b per la lavorazione
  • 4 uova
  • 2 cucchiai di zucchero
  • 50 g di strutto o burro
  • scorza grattugiata di un limone biologico
  • 2 cucchiai di limoncello
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo o miele per rifinire
  • olio di arachidi per friggere

Preparazione Chiacchiere di Carnevale

Versate la farina sulla spianatoia e fate la fontana, al centro mettete lo zucchero, la scorza di limone, un pizzico di sale, il vino, il limoncello, lo strutto e le uova. Sbattete le uova con una forchetta e poi continuate ad incorporare la farina con le mani.

Impastate fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea. Formate un panetto e fatelo riposare per circa mezz’ora avvolto in pellicola trasparente. Per la stesura dividete il panetto di pasta in 2-3 parti e stendetene una parte alla volta. Potete stendere la pasta sia con il mattarello sia con l’apposita macchinetta sfogliatrice (nonna papera). Nel frattempo che stendete la pasta e formate le chiacchiere tenete la pasta che non state lavorando chiusa nella pellicola affinché non si asciughi. La pasta va stesa abbastanza sottile, se usate la sfogliatrice impostatela sul numero 6. Una volta stesa tagliate la sfoglia in rettangoli di 10 cm di lunghezza e 5-6 di larghezza circa, usando una rotella tagliapasta dentellata. Fate uno o 2 tagli al centro di ogni rettangolo e prima di immergerlo nell’olio caldo risvoltate un lato e passatelo attraverso la fessura che avete fatto con il tagliapasta (questo soltanto se volete preparare le chiacchiere a forma di fiocchetto). Riscaldate l’olio e friggete le chiacchiere fino a che non diventano color oro da ambo i lati. Scolatele e ponetele sulla carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Cospargetele con abbondante zucchero a velo e servite. Se vi piacciono con il miele sciogliete in una padella ampia e a fuoco lento un paio di cucchiai di zucchero insieme ad un bicchiere di acqua, aggiungete il miele e fate bollire per qualche minuto. Allontanate dal fuoco e passate le chiacchiere in questo sciroppo, mettetele a strati su un vassoio e decoratele con confetti colorati.

Consiglio : non aspettate il prossimo Carnevale per fare le chiacchiere, sono buone sempre, anche per una festa di compleanno per esempio, vanno a ruba in qualsiasi occasione 😀




 

 

Se ti va di diventare fan della mia pagina su facebook ed essere così sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca QUI e metti MI PIACE…

Seguimi anche su → Twitter su  → Google+ e su Pinterest … TI ASPETTO GRAZIE 😉

Precedente Torta cappellino a pois - Torta di compleanno Successivo Orata in bellavista - ricetta light

7 commenti su “Chiacchiere di Carnevale – Asciutte e friabili

  1. Chiara mai sentite chiamate così 😀 però è vera la storia che le mamme/nonne ci “ricattavano” 😀 alla fine però vincevo sempre io e ricominciavo a fare il bricconcello 😀 ah quanto mi manca la mia nonna! Un abbraccio :-*

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.