CREMA CATALANA

L’anno sta volgendo al termine e voglio darvi qualche idea per il menù di San Silvestro. Come dolce ho pensato alla crema catalana perchè, fatta eccezione per il tempo di raffreddamento che è un pò più lungo, si prepara molto velocemente ed è davvero gustosa. Questa differisce dalla creme brulee perchè in quest’ultima si lega con latte e panna mentre nella crema catalana si usa l’amido della fecola senza panna. Si pensa che la crema non sia propriamente di origini spagnole, bensì provenga dall’Inghilterra e che sia stata brevettata nel XVII secolo. Una leggenda narra che questa crema fu un’invenzione di alcune monache catalane. Un vescovo andò in visita al loro convento, e le monache per accoglierlo prepararono un budino che però risultò troppo liquido. Le monache allora aggiunsero dello zucchero caramellato caldo e quando lo servirono il vescovo gridò “crema!” che in catalano significa, oltre a crema, brucia. Da allora la crema viene anche chiamata “crema cremada”. La sua preparazione è molto semplice, l’importante è munirsi di una fiammella a gas per creare la crosticina sulla superficie. Vediamo gli ingredienti e la preparazione.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • Porzioni2 coppette
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti crema catalana

  • 250 mllatte
  • 2tuorli
  • 50 gzucchero
  • 12.5 gfecola di patate
  • q.b.buccia limone
  • q.b.zucchero di canna

Preparazione

  1. Per la preparazione dobbiamo partire sciogliendo la fecola di patate con un goccio di latte freddo ( prendendolo da quello delle dosi che vi ho dato). Il restante si mette in un pentolino a scaldare.

    Nel frattempo si lavorano bene i tuorli con lo zucchero fino a che il composto non “scrive” e si aggiunge anche la fecola sciolta nel latte.

    Il latte avrà adesso raggiunto il punto di fumo, lo aggiungiamo al composto di tuorli mescolando con una frusta e mettiamo tutto sul fuoco in una casseruola.

  2. Facciamo cuocere a fuoco basso mescolando fino a che non si addenserà. A quel punto la togliamo dal fuoco e la versiamo in due ciotoline di porcellana e lasciamo riposare in frigo almeno due ore. Siamo pronti per versare sopra lo zucchero di canna e con l’aiuto di un cannello da cucina andare a “bruciarlo” in modo che si formi la crosta di caramello duro classica della crema catalana. Ecco che il nostro dolce è pronto per essere servito.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da dolcegiuridica

Food blogger sulla piattaforma di Giallo Zafferano, conosciuta con il nome di Dolcegiuridica, Elisabetta condivide sul suo blog foto e video delle ricette create con i prodotti a chilometro zero del proprio orto, puntando sulla stagionalità e sulla qualità. Unendo la passione per la cucina a quella dei viaggi, è andata alla scoperta delle eccellenze gastronomiche del nostro Paese e delle aziende che le producono, trasformandole in deliziose ricette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.