Taralli

[banner]

Data la settimana di nullafacenza mi son data alle sperimentazioni, questi tarallinon stati fatti lo stesso giorno della crostata e dei frollini! Ricetta trovata online con esuberi (forzati) di lievito madre, perchè non si sa come mai, ma a casa mia non ne avanza mai!

Riporto la ricetta presa dal blog Cappuccinoecornetto    Sono rimasta abbastanza soddisfatta della ricetta almeno come prima volta, mi son soltanto venuti un pò ruvidi e sicuramente non un chilo e mezzo come riportato sul blog ma scarsi 700 gr.

IMG_1107

Ingredienti:

  • 500 gr di farina “0″ di grano tenero;
  • 120 gr di olio evo;
  • 150 gr di vino bianco;
  • 200 gr di LM ( non rinfrescato);
  • 30  gr di sale.

Procedimento:

Scaldare una metà di vino bianco fino a farlo intiepidire e, in quella parte scioglierci il lievito madre, aggiungere il restante vino e l’olio, mescolando con un cucchiaio di legno.

Incorporiamo a poco a poco la farina mischiata con il sale, procedendo con l’impasto a mano quandonon sarà più possibile con il cucchiaio. Dovrte ottenere un panetto liscio da lasciar riposare due ore.

Trascorse le due ore prendere il panetto e dividerlo in filoni, io l’ho fatto in quatto anche perchè in metà impasto ho aggiunto il pepe, e questi sono i taralli che mi son venuti più buoni e saporiti, quindi dividerlo in 3-4 parti e lasciar riposare questi filoncini per un’altra ora.

Prendere ogni filoncino, staccare dei pezzettini edallungarli con le mani dandogli poi la forma del tarallo, farlo fino ad esaurimento dell’impasto.

Mettere sul fuoco una pentola piena d’acua e portare ad ebollizione, calarvi i taralli un pò per volta, toglierli dall’acqua quando risalgono e metterli ad asciugare su di un canovaccio pulito, preriscaldare il forno a 180° ed infornare i taralli, i miei son risultati cotti dopo circa una trentina di minuti, una volta freddi conservateli in buste per alimenti in modo da preservarne la croccantezza e friabilità, mangiateli amerenda o come stuzzichino durante un aperitivo, spero che vi piaceranno!!

[banner network=”altervista” size=”300X250″]

2 Risposte a “Taralli”

    1. eheheh 🙂 sono buonissimi, pova a farli.. io purtroppo essendomi trasferita a Roma ho dovuto imparare per sentire meno la mancanza della mia Puglia 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.