Crea sito

Pasta alla Norma “sbagliata”con pomodori secchi

Anche se il titolo può trarre in inganno, nessun errore, anzi: La pasta alla Norma ” sbagliata” con pomodori secchi è una vera goduria.
Mi è venuta in mente nell’ occasione di un compleanno. Avevo delle melanzane belle turgide e fresche, naturalmente quelle chiamate turche, regalate dal contadino che mi ha vista crescere.
Però mi è anche venuto in mente di personalizzare un piatto tradizionale favoloso e conosciuto, con un tocco personale in più.
Cosa di meglio che dei pomodori secchi saporiti e genuini della mia Terra, la Calabria?


Il web e i libri di Cucina sono pieni di ricette della Pasta alla Norma e anche degli aneddoti che accompagnano la sua storia.

La più acreditata comunque e anche la più plausibile, pare quella secondo la quale, un giorno il noto commediografo Nino Martoglio, trovandosi di fronte a questo piatto, trovandolo squisito, affermò : ” e questa si che è una Norma!”
Ovviamente il riferimento rimanda sempre al famoso musicista Vincenzo Bellini detto ” Il cigno di Catania”, uomo colto e affascinante, autore appunto, della famosa Opera La Norma.
Al di là della Storia, sempre interessante, La pasta alla Norma sbagliata con pomodori secchi, è la versione diciamo irriverente e stuzzicante della Norma originale, che vuole il pomodoro pelato e maturo.
Io ho seguito la strada nota e sicura ma ho semplicemente ridotto la quantità di salsa e aggiunto i pomodori secchi tagliuzzati, sempre nel sugo.
In Calabria i pomodori secchi sott’olio si vendono quasi dappertutto, in barattolo conservati sott’olio o semplicemete sfusi e asciutti. Vengono infatti fatti essiccare al sole i pomodori lunghi più maturi e si possono poi utilizzare in mille modi: Con la pasta, sulle bruschette, come contorno o in crema, come un patè.

Il risultato è davvero buonissimo e stuzzicante. Un piatto insolito ma che rispetta comunque la tradizione.
E con questa filosofia in Cucina, credetemi…non si sbaglia mai! 😉

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 confezionepolpa pomodori datterini pelati (o pomodori pelati)
  • qualchepomodori secchi sott’olio (una grossa manciata )
  • 2melanzane ovali nere (medie)
  • 1 tazzaricotta salata (meglio se stagionata e affumicata)
  • 100 mlolio extravergine d’oliva (in genere questo piatto è molto ben condito)
  • 100 mlolio di semi di mais (o di arachidi, comunque da frittura ( varia a seconda della profondità del pentolino in cui si frigge))
  • 1 ciuffobasilico fresco
  • q.b. (sale)
  • 1 pizzico (scorzetta di limone ( giusto alla fine, io lo metto sempre))

Preparazione della pasta alla Norma sbagliata

  1. melanzane per la pasta alla Norma

    Prendiamo le nostre melanzane, dopo averle lavate ed asciugate, e tagliamole in verso longitudinale a fette sottili diciamo 4-6 mm

  2. poi, tagliamo le fette, in tante striscioline, e intanto scaldiamo bene l’ olio per friggere. Ovviamente, meglio un pentolino che la padella piatta, ma dipende dal materiale del tegame e dalla quantità di olio 😉 Mai troppo poco! l’ importante è che vengano dorate e ” croccanti”.

  3. Le giriamo pochissimo…l’ olio sempre bollente. Intanto, mettiamo a bollire la pasta (comunque, che sia bella al dente )

  4. melanzane fritte per la pasta alla Norma

    Possibilmente le scoleremo nello scolapasta per non far ristagnare l’ olio e poi, le saleremo sulla carta da cucina

  5. pomodori secchi per la pasta alla norma sbagliata

    Messe da parte le melanzane, mettiamo i pomodori secchi sminuzzati con le forbici, in una padella con poco olio e l’ aglio che toglieremo a sugo fatto. Così li ammorbidiamo

  6. Solo dopo si aggiunge il pomodoro. Sia se sono pelati che datterini, si schiacciano prima con la forchetta

  7. mescoliamo bene, saliamo ed aggiungiamo un pò di basilico

  8. lasciamo cuocere e insaporire, un pò coperto e poi, scopriamo.

  9. ricotta salata per la pasta alla Norma sbagliata

    Grattugiamo la ricotta salata dopo averla pulita della parte scura esterna, con un coltellino. ( si dovrebbe ” grattare”). mettiamo da parte

  10. Alla fine, scoliamo la pasta ( sempre prendendo la famosa tazzina di acqua di cottura e solo alla fine, per mantecare si metterà nel sugo 😉 )aggiungiamo una parte delle melanzane nel sugo, il resto, sopra al piatto, con la ricotta salata, la scorzetta di limone ( facoltativa ) e l’ immancabile foglia di basilico…Et voilà!

2,0 / 5
Grazie per aver votato!