Confettura di pesche tabacchiere e basilico

Questa ricetta è davvero una di quelle che ha sempre scaldato il cuore nella mia famiglia e, solo in questo caso mi sono divertita ad apportare una piccolissima modifica: la confettura di pesche tabacchiere e basilico, infatti è una di quelle dolcezze a cui è difficile rinunciare soprattutto d’ Estate. E tra tanti profumi, dopo tante prove, trovo che il basilico dia quel tocco di freschezza estiva non troppo aromatica e discreta al punto giusto.


Quando a casa mia si diffonde il profumo della ” marmellata” di pesche, ci viene sempre in mente la nostra adorata zia Luisa, la zia napoletana acquisita che ci ha visti crescere nel paese di mamma. E’ lei che trova sempre le parole giuste da regalarci in ogni occasione, e la sua voce dolce ma ferma e risoluta resta puntualmente nelle nostre orecchie, così come il profumo della marmellata di pesche, evoca la sua piacevolissima immagine.

Detto questo c’è un’ altra nota romantica legata a questa ricetta: Nel giardino infatti, ho un solo alberello di pesche, piccolo ma sempre generoso 🙂 che mi regala ogni anno le pesche più buone e dolci del mondo.

Ecco perchè voglio condividere con voi la mia personalissima ricetta della confettura di pesche tabacchiere e basilico, per farvi assaggiare una cosa insolita che piacerà a grandi e piccoli!
Ma prima, tanto per saper quanto sono preziose le pesche, vi dico che questo frutto proviene dall’ antica Cina, dove è considerato simbolo di immortalità. Mentre in Giappone, dove ogni anno si assiste in Primavera, alla meravigliosa fioritura e fluttuazione dei meravigliosi petali rosa, il Pesco si dice protegga dagli spiriti maligni.


In particolare, questa varietà di pesca, la cosiddetta tabacchiera, è bassa e schiacciata, decisamente tra le più dolci e profumate.
Ma in generale, la pesca possiede inimmaginabili proprietà:
Proteggono l’ attività del fegato, aiutano a drenare, sono benefiche per le ossa, combattono la cellulite…insomma chi più ne ha più ne metta! 🙂

Più ” tecnicamente”, contengono calcio, fosforo, ferro, vitamina C, tiamina e molti altri sali minerali e sostanze preziose per tutti.
Ed è proprio per mantenerne il più possibile intatte le proprietà e qualità che questa ricetta contiene pochissimo zucchero, quindi, andiamo a vedere! 🙂

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Metodo di cotturaAltro
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1.500 kgpesche tabacchiere (il peso è impreciso)
  • Mezzo tazze da caffèsucco di limone (diciamo il succo di mezzo limone medio, biologico)
  • 200 gzucchero (a gusto personale ma sufficiente per la conservazione)
  • 1 ciuffobasilico

Strumenti

  • robot o bimby
  • vasetti di vetro da 250gr
  • pinze da cucina in acciaio o silicone

Preparazione della confettura di pesche tabacchiere e basilico

  1. Laviamo e sbucciamo le pesche e tagliamole a tocchetti non troppo piccoli. Mettiamole nel Bimby a vel 2 e per il momento ( 10 min) a 100 di temperatura. Copriamo non col tappo ma con un colino, di modo che esca il vapore. Intanto, metiamo i vasetti con i tappi dentro una pentola di acciaio con acqua bollente e lasciamo bollire per almeno 15 min. Poi spegnamo e lasciamo lì senza prelevarli fino a che la marmellata non sarà fatta.

  2. Appena le pesche saranno appassite, aggiungere lo zucchero e il limone e abbassare la temperatura ad 80 ( l’ importante è che riesca a bollire ma non esca fuori dal Bimby, schizzando su tutta la cucina! 😂)

    Stimiamo un’ oretta o poco meno, ma verso la fine facciamo SEMPRE la famosa ” prova piattino”, cioè, mettiamo un pò di marmellata in un piattino e mettiamo in frigo per cinque minuti. Se sarà della consistenza giusta, ossia non colerà dal cucchiaino, allora è fatta! Ricordate che sarà a buon punto solo quando il profumo si diffonderà per tutta casa! 😉

  3. Quasi verso la fine, preleviamo i barattoli con le pinz, scoliamoli e mettiamoli a testa in su su un canovaccio pulitissimo di cotone, coi tappi vicino. Per imbarattolare, io mi aiuto con uno speciale imbutino dal foro largo, fatto apposta per ” invasare” le marmellate. Altrimenti, direttamente dal boccale del Bimby, riempite piano piano, fino a due o tre mm dall’ orlo.

  4. Solo quando la confettura è pronta e bollente, tagliuzziamo il basilico ben fresco, molto finemente a striscioline minuscole e mettiamolo solo allora, nella marmellata. Oppure man mano che versiamo nei barattoli, direttamente ( possiamo così scegliere dove metterne di più e dove meno ).

  5. Cerchiamo di imbarattolare senza sporcare l’ esterno del barattolo, usiamo sempre un pezzetto di scottex, per pulire le sbavature e dei guanti in lattice o una pezzetta pulita, per non scottarci, perchè la confettura deve essere versata bollente. Chiudiamo facendo attenzione che il tappo arrivi a chiusura perfetta e capovolgiamo fino a quando non saranno a temperatura ambiente!

  6. …et voilà! 🙂

3,7 / 5
Grazie per aver votato!
Precedente Panifichiamo! Il pane a ghirlanda fatto in casa Successivo Pane, profumo di pane...meglio se casereccio e croccante