Torta di mandorle mordi e vai…….

Ho subito trovato molto simpatica e di effetto questa tortina alle mandorle pubblicata in rete da Paola Collenghi del famoso blog Zenzero e limone, è una torta della sua famiglia, in particolare della sua nonna e quindi merita assolutamente di esse citata e rispettata.

Io l’ho voluta provare perché sulla carta risponde molto bene ai nostri gusti, assomiglia ad una sbiciolona ma a pallini e ve  la consiglio. Ho apportato delle piccolissime modifiche a livello di aromi per adattarla il piu possibile a cio che piace a noi ……..e vi assicuro che il risultato è stato fantastico, un po biscottosa ma qui in casa hanno subito rimediato assaporandola appieno con due belle cucchiaiate di nutella……..

L’ho  voluta chiamare “mordi e vai” perché la trovo una perfetta torta da dispensa, come quelle di una volta che restavano li a disposizione di chiunque passasse e volesse rubare una golosità al volo e questa cosa in casa mia  è un must, c’è sempre qualcosa  di goloso  a portata di tutti…….cosa di cui non tutti sono entusiasti, ma questa è un’altra storia……..

20141106_140437

Dosi per una tortina da 20 cm

300 grammi di farina

200 grammi di farina di mandorle con la buccia

100 grammi di zucchero

200 grammi di burro freddo a cubetti

limone buccia

vanillina

3 tuorli medi

mandorle grezze per guarnire

zuccbero a velo per guarnire

 

 

Frullare molto bene le mandorle nel mixer con un po di zucchero, poi lavorare  bene tutti gli ingredienti nella planetaria con la foglia, non lavorate troppo il composto altrimenti il burro si scalda troppo, un po come per la frolla.

Mettere l’impasto ottenuto in frigorifero per 1 ora, poi riprenderlo e passare alla realizzazione del dolce, con grande pazienza preparare le palline il più possibile uguali una all’altra, disporle poi nella tortiera, disporre alcune mandorle sulla torta ed infornare in forno ventilato a 180 gradi già caldo per 30,35 minuti circa, fino a quando non sarà bella dorata, aspettate poi a  sformarla, potrebbe rompersi, spolverarla di zucchero a velo e gustare, perfetta con una crema inglese che accompagnerà molto bene la consistenza un po biscottosa della tortina…..

 

 

Biscotti, biscotti da the, dessert, dolci, Dolci e desserts, sfiziosita dolci , ,

Informazioni su patrizia razza

.Benvenuti nella mia Cucciccia, che altro non è che la storpiatura del tipico dolce natalizio "Struffoli" o "Cicerchiata" che da piccola non sapevo pronunciare..............da allora in casa mia è sempre stato così e quindi quale nome migliore per indicare la "mia" personalissima cucina!! Il mio blog nasce per divertimento, passione e anche praticità, mi piace creare un vero e proprio pozzo di informazioni ,segreti e ricette per me ,le mia famiglia, i miei figli e i miei amici.................è un modo per condividere e donare . Benvenuti allora e se vi piace ditelo e lasciate anche voi un q.b. di vostro da condividere con me!

Precedente Crocchette di tonno e patate al forno Successivo "Panuozzo" napoletano farcito

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.