Pangoccioli

È  ricominciata la scuola ,  si sa, e allora la mattina  i ragazzi hanno bisogno di fare una rapida , sana e ricca colazione che permetta loro di concentrarsi ed impegnarsi al massimo, ed inoltre hanno anche bisogno di portare una merenda comoda per il tanto amato intervallo…….e allora quale  occasione migliore per preparare questi fantastici Pangoccioli, super soffici , leggeri e ricchi di gocce di cioccolato, io ne praparo un sacco e poi  li surgelo appena freddi in un vassoio e poi appena surgelati li insacchetto per rendere più  pratica  la conservazione in freezer, poi li tiro fuori al mattino e con pochi secondi di microonde sono come appena sfornati. …..provate

20150921_180214

Con queste dosi verranno 30 pangoccioli circa

 

250 grammi di farina 00

250 grammi di farina manitoba

1 uovo grande

250 grammi di  latte tiepido

50 grammi di zucchero

1 pizzico di sale

25 grammi di lievito di birra

30 grammi di burro morbido

150 grammi di gocce di cioccolato fondente

1 tuorlo e panna per decorare prima di infornare

 

Mescolare le due farine e disporle nella planetaria, intanto portare il latte a una temperatura di 20 gradi circa, temperatura ambiente , e scioglirvi all’interno  lo zucchero e poi il cubetto di lievito, versare poi il lette nelle farine, mescolare rapidamente con una forchetta, aggiungere un pizzico di sale, montare il gancio e cominciate ad impastare, aggiungere l’uovo  e lavorare l’impasto fino ad ottenere un composto quasi amalgamato, aggiungere adesso il burro molto morbido, continuare ad impastare almeno per 10 minuti, fino ad ottenere un impasto omogeneo, elastico, liscio quasi vellutato e che si stacca del tutto da solo dalla ciotola, aggiungere adesso le gocce di cioccolato che avrete avuto l’accortezza  di conservare in freezer per conservarle belle in forma fino a cottura ultimata.

Finire di lavorare il composto sulla spianatoia, fare in modo che le gocce siano  distribuite uniformemente, formare una palla, disporla in una ciotola leggermente unta di burro, ricoprirla con la pellicola e metterla a lievitare nel forno spento con la luce accesa fino al raddoppio, più  o meno per un paio d’ore.

Dopo questo riposo spolverare leggermente la spianatoia di farina, rovesciarvi il composto lievitato,  sgonfiarlo leggermente e dividerlo in piccole porzioni da 40 grammi circa. Formare delle palline roteando il composto con un palmo sulla spianatoia, ma in un angolo dove non avrete messo la farina, altrimenti il composto scivolera troppo e la pallina non si formerà.  Fare tutte le palline, disporle su una teglia con della carta forno, mettere poi i pangoccioli così  ottenuti a riposare per un’altra  ora, ancora coperti con pellicola.

Decorare i pangoccioli con un emulsione di uovo e panna

Accendere il forno sratico a 200 gradi, dopo il riposo a forno caldo infornare i pangoccioli, fare cuocere per 10 minuti, poi abbassare a 180 gradi per altri 10 minuti e poi accendere la ventilazione e finire di cuocere per altri 5 minuti, comunque verificate sempre i tempi di cottura in funzione del vostro forno.

 

Sfornare fare raffreddare e se li volete congelare fatelo appena raffreddati, disponeteli su un vassoio e metteteli nel freezer, poi appena congelati, basterà un oretta, insacchettateli per maggiore comodità,  quando ne avrete bisogno li tirerete fuori un oretta prima e poi con un giro di microonde torneranno come appena sfornati.

 

 

Merendine, Pigiama party, sfiziosita dolci , ,

Informazioni su patrizia razza

.Benvenuti nella mia Cucciccia, che altro non è che la storpiatura del tipico dolce natalizio "Struffoli" o "Cicerchiata" che da piccola non sapevo pronunciare..............da allora in casa mia è sempre stato così e quindi quale nome migliore per indicare la "mia" personalissima cucina!! Il mio blog nasce per divertimento, passione e anche praticità, mi piace creare un vero e proprio pozzo di informazioni ,segreti e ricette per me ,le mia famiglia, i miei figli e i miei amici.................è un modo per condividere e donare . Benvenuti allora e se vi piace ditelo e lasciate anche voi un q.b. di vostro da condividere con me!

Precedente Torta Panarellina Successivo Crostata salata rustica di ricotta ai due salami

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.