Panettone salato rustico

…………ma che meraviglia questa mega torta salata che trionfa sulla mia tavola, una ricetta favolosa che non posso che condividere con tutti, è facile da realizzare e di sicuro successo, e allora……………..di corsa in cucina anche oggi

panettone salato 016

dosi per uno stampo da panettone da 800 grammi circa

farina manitoba 550 grammi

3 uova

1 cubetto di lievito di birra

200 grammi di latte tiepido

30 grammi di margarina

50 grammi di burro

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di sale fino

150 grammi di provolone dolce

150/200 grammi di salame a pasta fine piccante e non

disporre la farina all’interno della planetaria, formare la fontana e versarvi il latte tiepido all’interno del quale avrete sciolto lo zucchero ed il lievito, azionare brevemente la macchina (con il gancio) ed aggiungere poi il sale, aggiungere adesso le uova e lavorare ancora un pò, per ultimo aggiungere la margarina ed il burro morbidi e impastare bene fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo che quasi si stacca dalle pareti della planetaria, sarà un impasto un pò appiccicoso.

Nel frattempo avrete preparato la dadolata di formaggio e salumi, fare dei dadini piccolini di circa 1/2 cm per lato, saranno di più e più carini.

Aggiungere adesso al composto la dadolata, mescolare , sempre con il gancio, molto piano e lentamente fino ad ottenere una distribuzione omogenea del tutto, converrà finire di miscelare il tutto con una spatola a mano.

Intanto imburrare molto bene ed infarinare il nostro stampo. disporvi il composto livellarlo delicatamente e metterlo a lievitare , coperto con della pellicola, nel forno spento , ma con la luce accesa, per 2 ore circa.

Trascorso questo intervallo estrarre lo stampo dal forno, accendere il forno al massimo , senza la ventilazione, ed appena raggiunge la temperatura, infornare. Fare cuocere i primi 10 minuti al massimo, poi abbassare a 180° per altri 25/30 minuti circa e finire di cuocere il tutto per altri 10 minuti con la ventilazione, per colorire bene il nostro panettone.

Prima di sfornarlo effettuare comunque la prova steccchino, anzi direi spaghetto, per verificare la cottura al centro della torta che è bella profonda, inserire lo spaghetto e non sfornare fino a quando non esce pulito e non appiccicoso di impasto crudo, se stentasse a cuocere al centro e colorisse troppo in superficie, eliminare la funzione ventilato e coprire con della carta d’alluminio .

Mangiatela caldissima appena sfornata, ma è buona anche fredda il giorno dopo, io per scaldarla e conservarne la fragranza il giorno dopo , la scaldo avvolta nella stagnola, torna nuova!

 

 

.........tornata tardi?, Pic nic, Pigiama party, Pizze e focacce, Sfiziosità salate , , , ,

Informazioni su patrizia razza

.Benvenuti nella mia Cucciccia, che altro non è che la storpiatura del tipico dolce natalizio "Struffoli" o "Cicerchiata" che da piccola non sapevo pronunciare..............da allora in casa mia è sempre stato così e quindi quale nome migliore per indicare la "mia" personalissima cucina!! Il mio blog nasce per divertimento, passione e anche praticità, mi piace creare un vero e proprio pozzo di informazioni ,segreti e ricette per me ,le mia famiglia, i miei figli e i miei amici.................è un modo per condividere e donare . Benvenuti allora e se vi piace ditelo e lasciate anche voi un q.b. di vostro da condividere con me!

Precedente Confettura di fragole Successivo Cannoncini alla crema

2 commenti su “Panettone salato rustico

  1. Pasticci e delizie di manu il said:

    questa ricetta non l avevo mai provata!!davvero gustosa!!da fare sicuramente per il menu di Natale!!mi ispira molto..Un abbraccio!! 🙂

    • patrizia razza il said:

      Mi fa molto piacere che ti sia piaciuta, provala e vedrai che diventerà una ricetta anche di casa tua, noi la facciamo spessissimo, accompagnata da una verdura mi risolve la cena e fa tutti contenti!!!
      🙂

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.