New york cheesecake in gabbia

……………..ecco una versione rivisitata del famoso New York cheese cake, il più diffuso dolce americano forse a pari merito solo con i brownies, la ricetta dell’impasto è quella tradizionale, ma la variante sta nella presentazione sotto forma di crostata con un guscio di fragrante e profumata frolla al limone e vaniglia, è veramente buonissimo e non ha nulla da invidiare alle migliori torte di ricotta della nostra tradizione, in questa veste, direi che ci ricorda un pò la nostra pastiera e magari volendo con qualche elemento ed aroma in più potremmo anche avvicinarci a  quel gusto, magari con qualche goccia di acqua di firori d’arancio e qualche scorzetta di agrume, ma è meglio che non mi sentano i napoletani altrimenti mi spedicono a Little Italy…………….

New York cheese cake

dosi per 2 crostate da 18 cm di diametro

per la frolla

500 grammi di farina

250 grammi di burro morbido

200 grammi di zucchero

1 pizzico di sale

buccia di un limone

semi di 1 bacca di vaniglia

5 tuorli d’uovo

 

per l’impasto New York cheese cake

400 grammi di ricotta di pecora

300 grammi di philadelphia

3 cucchiai di farina

50 ml di panna fresca

4 uova medie

150 grammi di zucchero

semi di una stecca di vaniglia

buccia di 1 limone

per la frolla procedere con il solito procedimento (vedi qui) poi mettere la pasta a riposare in frigorifero per almeno 1 ora, poi lavorarla un pò per farle riprendere plasticità, foderare le teglie dopo averne imburrato leggermente il fondo per agevolerne la cottura, nel frattempo preparare il composto della cheese cake.

Lavorare in una ciotola la ricotta ed il philadelphia con lo zucchero, montare bene e rendere il tutto spumoso e soffice, aggiungere la buccia del limone e i semi della bacca di vaniglia e i tre cucchiai di farina. Intanto in un’altra ciotola sbattere leggermente le uova con la panna, ed aggiungere il tutto al composto dei formaggi, amalgamare bene e versare nelle tortiere, formare a vostro piacimento decori o la griglia della crostata ed infornare in frono statico a 170 ° per 50 minuti circa.

Effettuare la prova stecchino e poi sfornare, la torta si gonfierà e dorerà meravigliosamente, regalandovi un profumo di vaniglia, frolla e limone per tutta la casa………………

[banner network=”adsense” size=”336X280″ type=”default”]

 

 

 

Precedente Pane australiano con rosmarino ed olive verdi Successivo Peperoni al gratin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.