Grissini con lievito madre

……………questa ricetta è quella delle sorelle Simili. Ho avuto la fortuna di conoscerle e addirittura ho preso parte al loro ultimo corso. Sono stata fortunata ad incontrarle e non solo per quello che ho appreso sulla panificazione, sono delle persone fantastiche ed un vero esempio di grandissime lavoratrici per tutti. Mi sono veramente piaciute tanto e conservo ancora con grande cura il lievito madre che mi hanno regalato. Inoltre sono veramente delle macchiette ed il corso è stato un vero kitchen show!!!

Questi grissini si possono fare ovviamente anche con il lievito di birra, anzi, la lavorazione sarà velocizzata, ma il sapore cambierà sostanzialmente e anche la conservazione sarà meno duratura. Si sa!!! 🙂

dosi per 1kg circa di grissini

500 grammi di farina 0

150 grammi di lievito madre fresco di tre rinfreschi (oppure 1/2 cubetto di lievito di birra)

280 grammi di acqua circa

sale 10 grammi

50 grammi di olio più quello per la lievitazione

farina di semola di grano duro rmacinato q.b.

1 cucchiaino di malto d’orzo

rinfrescare il lievito madre per tre volte, oppure rinfrescarlo la sera prima e lasciarlo fuori dal frigorifero.

Disporre la farina nelle planetaria, mettere l’acqua , aggiungere il lievito madre e il malto, fare dei giri ed impastare leggermente, a questo punto salare, e riprendere ad impastare, aggiungere l’olio e riprendere ad impastare nuovamente.  Impastare fino ad ottenere un composto liscio ,omogeneo e che si stacca da solo dalla planetaria. Mettere l’impasto  a lievitare su un foglio di carta forno rettangolare, unto d’olio e cosparso di farina di semola di grano duro, disporvi  l’impasto formando un rettangolo il più regolare possibile alto 2 cm circa, spennellare d’olio e ricoprire con un’altra spolverata di semola.

Coprire (io di solito uso 1 contenitore d’alluminio rovesciato) e fare lievitare fino  al raddoppio.

A questo punto procedere con il taglio dei grissini dal lato corto del composto, e letteralmente “stirare” i grissini allungandoli delicatamente, disporli su una teglia, procedere fino alla fine dell’impasto e poi infornare per 20 minuti circa e comunque fino  a  quando non saranno belli dorati e croccanti in forno già caldissimo e venilato.

Mi raccomando l’impasto non può essere impastato di nuovo, quindi attenzione a non avere scarti, se il grissino si rompe, sarà corto!!!

Pizze e focacce, Sfiziosità salate ,

Informazioni su patrizia razza

.Benvenuti nella mia Cucciccia, che altro non è che la storpiatura del tipico dolce natalizio "Struffoli" o "Cicerchiata" che da piccola non sapevo pronunciare..............da allora in casa mia è sempre stato così e quindi quale nome migliore per indicare la "mia" personalissima cucina!! Il mio blog nasce per divertimento, passione e anche praticità, mi piace creare un vero e proprio pozzo di informazioni ,segreti e ricette per me ,le mia famiglia, i miei figli e i miei amici.................è un modo per condividere e donare . Benvenuti allora e se vi piace ditelo e lasciate anche voi un q.b. di vostro da condividere con me!

Precedente Soffiato di zucca Successivo Biscotti pandizenzero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.