Crea sito

Brioches alla ricotta con esubero di pasta madre

La mia prima ricetta dolce con esubero di lievito madre del blog! Che emozione!
Ho iniziato il mio percorso con la pasta madre solida circa tre anni fa, affascinata dalla bellezza dei lievitati, soprattutto del pane, con quegli alveoli pazzeschi che popolano le pagine degli appassionati del settore.. e ho pensato “voglio provarci anch’io!!”. Da quel momento mi son messa alla prova e, non senza momenti in cui ho pensato di desistere perché non ottenevo i risultati sperati, ora posso dire che le soddisfazioni stanno arrivando!
Arriveranno anche i grandi lievitati come colombe, panettoni e pandori..ma non è questo ancora il giorno😄
Oggi vi spiegherò come realizzare delle morbidissime brioches con impasto alla ricotta utilizzando l’esubero della pasta madre, ossia quella parte che andrebbe buttata dopo il rinfresco ma che invece è perfetta per realizzare un sacco di cosine buone come crackers, grissini e brioches. Il mio esubero comunque non era molto vecchio, aveva due o tre giorni e son venute perfette! Sembrano dei muffin perché cotte nello stampo appunto per fare quelli, ma potete realizzare le forme che più vi piacciono (ciambelle, trecce ecc..)
La presenza della ricotta nell’impasto le renderà veramente molto morbide e permetterà loro di mantenersi tali per qualche giorno.

  • CucinaItaliana

Ingredienti per circa 15 brioches

  • 120 gEsubero di lievito madre
  • 70 mllatte
  • 100 gzucchero semolato
  • 40 gburro
  • 200 gricotta vaccina
  • 250 gfarina 0
  • 1 gsale
  • 1 baccavaniglia

Preparazione delle brioches alla ricotta con esubero di pasta madre

  1. H.12 del giorno prima:
    In una ciotola sciogliere l’esubero di pasta madre nel latte insieme a zucchero e vaniglia.
    Aggiungere la ricotta ed il burro precedentemente fuso e mescolare bene.
    Incorporare la farina ed il sale e cominciare ad impastare fino ad ottenere un composto morbido.
    Far riposare l’impasto per 1 ora, dopodiché fare 3 giri di pieghe a 3 a distanza di 30 minuti ciascuna per dare forza all’impasto.
    Far riposare per circa 7 ore.
    H. 23 circa: trascorso questo tempo formare le brioches (ne verranno circa 15 da 50g l’una) e metterle a lievitare per tutta la notte (8 ore circa) nella teglia da muffin precedentemente imburrata ed infarinata.
    H. 7,30 circa:
    Al mattino spennellare le brioches con un pochino di latte ed infornare a 200 gradi per 15/18 minuti.

    NB: i consigli sugli orari sono assolutamente indicativi perché si sa, ogni lievito risponde diversamente in base alle condizioni in cui si trova (tipo di farine, temperature, umidità ecc..).

Conservazione

Le brioches di ricotta con esubero di pasta madre si conservano bel chiuse in contenitori o sacchetti per un paio di giorni.
E’ possibile la congelazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da diariodiunapossticcera

Benvenuti nel mio diario, il diario di una pOSSticcera!! No, non ho sbagliato a scrivere.. mi chiamo Sara e sono Operatrice Socio Sanitaria per professione.. e pasticcera per passione!😊 Ho deciso di aprire questo blog per condividere le ricette che amo, sperando che possano piacere anche a voi! Dovete sapere che ho da anni un quaderno sul quale annoto le ricette che meritano di essere fatte, rifatte e strafatte.. bene, è giunto il momento di mostrarvi le pagine del mio quaderno (e del mio cuore di conseguenza)! ..a tutti coloro che vorranno leggerle.. buona lettura! Sara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.