PESTO DI SPINACI

Pesto di spinaci semplicissimo e fatto in casa. Per questa ricetta ho utilizzato gli spinaci surgelati lessandoli pochissimi minuti in acqua bollente, ma si può preparare anche con gli spinaci freschi lessandoli oppure lo spinacino e utilizzarlo crudo. Ho optato per delle noci al posto dei pinoli ma potete scegliere la frutta secca che preferite. Veloce e dal gusto delicato è ottimo come condimento per la pasta, accompagnato a delle bruschette e perché no, anche a della carne.

POTREBBE INTERESSARTI:

Pesto alla genovese

Pesto di spinaci
Pesto di spinaci
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno

Ingredienti

250 g spinaci (freschi o surgelati)
50 g noci
4 cucchiai parmigiano grattugiato
q.b. sale
q.b. olio extravergine d’oliva
1 spicchio d’aglio

Strumenti

Pentolino
Mixer

Passaggi

Per prima cosa lessare gli spinaci freschi precedentemente lavati, oppure cuocere per qualche minuto in acqua bollente gli spinaci surgelati (in alternativa si può utilizzare lo spinacino fresco e inserirlo direttamente nel mixer).

Dopodiché strizzarli molto bene, cercando di togliere più acqua possibile e inserirli in un mixer insieme ad uno spicchio d’aglio, le noci, il parmigiano grattugiato, uno spicchio d’aglio, un pizzico di sale e abbondante olio extra vergine (se dovesse risultare troppo asciutto, aggiungere altro olio).

Tritare facendo fare piccoli scatti poco per volta fino a creare un pesto abbastanza grossolano, non deve essere una vera e propria crema ed ecco che il pesto di spinaci è pronto.

Utilizzatelo come condimento per la pasta, bruschette oppure conservatelo ricoperto d’olio, all’interno di un vasetto in frigorifero per 4 o 5 giorni o congelarlo in freezer e utilizzarlo all’occorrenza.

Pesto di spinaci
Pesto di spinaci
Pesto di spinaci
Pesto di spinaci
Pesto di spinaci

CONSERVAZIONE:

Il pesto si conserva ricoperto d’olio per 4 o 5 giorni in frigorifero all’interno di un contenitore, oppure si può congelare e utilizzarlo al bisogno.

NOTE:

Come frutta secca si può utilizzare noci, pinoli o mandorle e se non amate il sapore forte dell’aglio, potete togliere l’anima da un piccolo spicchio oppure optare per l’aglio liofilizzato.


Se ti piacciono le mie ricette, seguimi anche sul mio profilo Instagram e Pinterest 🙂

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Michelle

Foodblogger per passione, piccola e soprattutto molto golosa. Preparo piatti italiani e mi cimento in ricette di tutto il mondo, gustose e alla portata di tutti. Se sei alla ricerca di una ricetta facile e sfiziosa, benvenuta/o nel diariodiunapiccolagolosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *