Torta per la festa della mamma

“Ogni fiore è segno d’amore”! E quale occasione migliore per decorare con dei fiori la Torta per la festa della mamma?

Ispirandomi alle deliziose Torte con i fiori di Elena Cito, ho decorato per la mia mamma una base di Fluffosa all’arancia, farcita con crema pasticcera, fragole e guarnita con crema chantilly alla francese! Lasciata un po’ nuda ai bordi, richiama la famosa “Naked cake” di gran moda ultimamente per i lieti eventi! 🙂

Quando ho visto le Torte di Elena sul suo profilo di Instagram  i miei occhi sono diventati a cuoricino! 

Questa torta racchiude il cuore delle mie due più grandi passioni: pasticceria e fiori Così di buon mattino mi sono alzata e sono andata alla ricerca di qualche bel fiorellino da poter acquistare per la festa della mamma!

Non potete capire la gioia che invade il mio cuore quando vedo fiori e fiorellini! Se potessi ne avrei la casa piena!! Ma un giorno di sicuro, quando avrò un posticino tutto mio dove abitare, non rinuncerò ad un giardino e a tanti fiori freschi, sparsi per la casa! Una casa Petalosa, giusto per rimanere in tema!

E adesso che manca poco al grande giorno, se volete anche voi sorprendere la vostra mamma, provate a realizzare una Torta con fiori e esprimetele il vostro dolce amore!

 

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    10 fette 10 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Ingredienti per una Torta dal diametro tra i 20 e i 24 cm max ( Fluffosa all’arancia)

  • Farina 00 285 g
  • Uova 7
  • spremuta d’arancia 210 g
  • scorza d’arancia 1
  • Olio di semi 120 g
  • bustina di lievito 1
  • Sale 1 cucchiaino
  • bacca di vaniglia 1

Per la farcitura: (crema pasticcera e fragole)

  • Tuorli 6
  • amido di mais 100 g
  • Zucchero 250 g
  • scorza di limone 1/2
  • bacca di vaniglia 1/2
  • Fragole (tagliate a dadini) 8

Per le guarnizioni (crema Chantilly francese)

Per la bagna:

  • Acqua 1 bicchiere
  • Zucchero 2 cucchiaini
  • Succo di limone 1/2 bicchiere

Consiglio per pulire i fiori:

  • Acqua naturale 1 bicchiere
  • Bicarbonato q.b.

Preparazione

  1. 1. Per preparare la Fluffosa all’arancia potete munirvi di una teglia dal diametro di 24 cm oppure, se volete realizzare una torta a più strati e alta, dividete il composto tra due teglie dal diametro di 20 cm l’uno.

    2. Per la preparazione della Fluffosa seguite la mia ricetta, cliccando sul link qui di seguito:https://blog.giallozafferano.it/diariodeicapriccidiflo/ricetta-fluffosa-di-pasqua/

  2. 3. Una volta sfornata la Fluffosa o le due Fluffose, fate raffreddare e passate a preparare la crema pasticcera.

    4. Portate ad ebollizione il latte con i semi del baccello di vaniglia e grattugiate la scorza di 1 limone.

    5. In una ciotola a parte mescolate con una frusta a mano lo zucchero con i tuorli e con l’amido di mais. Una volta che il latte avrà bollito versatelo nella ciotola e continuate a mescolare con la frusta a mano fino a togliere tutti i grumi.

    6. Mescolate la massa per uniformarla e aggiungete la parte restante di latte. Rimettete tutto nella pentola, continuate a mescolare e in pochi minuti la crema è pronta. Deve essere lucida e vellutata.

    7. Non appena pronta deve raffreddare a -50 °C rispetto alla temperatura di cottura, per farla diventare lucida e non granulosa.

    8. Mescolate ancora con un poco di energia fin quando la crema non diventa lucida e tiepida.

    9. Copritela con una pellicola per evitare che si formi in superficie la patinatura e conservatela in frigo.

  3. 10. Dopo di che tagliate le Fluffose in due dischi ciascuno, ottenendo così quattro dischi e passate a preparare la crema Chantilly francese.

  4. 11. Per la Chantilly montate la panna in un contenitore ben freddo e con fruste anche queste fredde. Preferibilmente fate raffreddare fruste e contenitore in freezer 30 minuti prima.

    12. Incidete una bacca di vaniglia, estraete i semini con un coltello e aggiungeteli alla panna. Montate a velocità media e costante fin quando non scriverà. Non eccedete la velocità né il tempo altrimenti la panna si trasformerà in burro.

  5. 13. Mettete la crema Chantilly in frigo e preparate la bagna: riempite un bicchiere con acqua e con il succo di 1/2 limone più 2 cucchiaini di zucchero. Mescolate e con un pennello iniziate a imbevere il primo disco di Fluffosa.

    14.Tagliate le vostre fragole, ben pulite con l’acqua, in tanti piccoli dadini.

    15. Procedete a comporre la vostra Torta alternando un disco di Fluffosa e farcitura di crema pasticcera con fragole. Una volta composta, fatela riposare in frigo per 15 minuti e poi passate a guarnirla con la Chantilly.

  6. 15. Munitevi di un coltello piatto e ricoprite la Torta con la crema Chantilly in superficie e ai bordi, lasciandoli un po’ nudi visto lo stile “Naked cake”.

    16. Infine pulite i fiori in una ciotola con acqua e bicarbonato. Fateli sgocciolare e tagliando un poco di stelo, infilzateli in superficie per decorare la vostra Torta a piacere.

    17. Infine con un sacco a poche ho realizzato dei piccoli ciuffetti laterali in superficie.

  7. Vi lascio qualche delizioso scatto della mia Torta per la mamma e dei miei fiorellini! 

TRUCCHI DEL MESTIERE

  • se decidete di dividere il composto in 2 teglie dal diametro di 20 cm allora fate cuocere le Torte non per 55 minuti ma per 30 minuti, per evitare che le torte, essendo più piccole, si brucino;
  • fate attenzione che i fiori nel giro di qualche ora iniziano ad ingiallire. Per questo motivo vi consiglio di decorare la Torta qualche mezz’oretta prima di servirla o di mostrarla alla vostra mamma;
  • potete conservare la torta farcita in frigo per circa 2-3 giorni massimo sotto una campana di vetro.

Dolci eventi, Festa della mamma

Informazioni su Floriana

Il Diario dei Capricci di Flo nasce dall'idea di condividere con "vecchi" e nuovi amici la passione per la cucina e in particolare per i dolci! Una passione nata da circa nove anni, durante gli anni del liceo, la mia vita si alterna tra libri universitari e fornelli! Basta un solo click per entrare nel mio piccolo mondo di divertimento: già, perché la "mia cucina" non è un luogo di lavoro. La passione per i dolci e per la cucina,la creatività mi hanno spinto a creare questo piccolo diario in cui posso condividere "i miei Capricci" e strapparvi di tanto in tanto un sorriso, darvi un'idea, condividere insieme un pensiero e regalarvi sempre un "dolce" capriccio!!!! Io sono pronta e voi?

Precedente Budino al cioccolato fatto in casa Successivo New York Cheesecake ai frutti di bosco