Ricetta Torta al Pistacchio & Cioccolato Bianco

Ricetta Torta al pistacchio & Cioccolato Bianco
Ricetta Torta al pistacchio & Cioccolato Bianco

La Ricetta Torta al pistacchio & Cioccolato Bianco è una prelibatezza che ho preparato per il compleanno di mio fratello!!!

Esattamente un anno fa si trovava arruolato nell’esercito in alta Italia e non avendo potuto festeggiare il compleanno insieme, vista la lontananza, quest’anno ho deciso di recuperare il tempo perduto, preparando per lui un dolce “su richiesta”!! 😉

Inizialmente pensavo a qualcosa di semplice, o meglio cercavo di illudermi per qualcosa di semplice!! Conoscendolo, sapevo che non avrebbe mai chiesto una Torta Margherita o che so, una semplice Torta al cacao: lui è un grande goloso e ama tantissimo le farciture di ogni genere in ogni torta!

Così una mattina a pranzo arrivando in cucina mi ha detto: “Voglio una torta al pistacchio, ma che sia proprio pistacchiosa: nutella al pistacchio, pan di spagna al pistacchio, crema di cioccolato bianco e la glassa….si la glassa proprio come quella del  libro delle tue ricette!!”

La ricetta Torta al pistacchio & cioccolato bianco credo che sia una dei dolci tradizionali più prelibati, un vero pezzo portante della pasticceria siciliana, uno dei dolci che amo di più!! 😀

Che dire?

In men che non si dica, ho preso carta e penna, fatto la lista delle cose da comprare e ho subito realizzato un programmino settimanale per riuscire a gestire le mie giornate tra libri universitari e fornelli!!!

Non è sempre semplice riuscire a gestire tutto, ma basta una grande passione per ciò che si ama fare, determinazione e capacità organizzativa per riuscire a fare tutto!!!

Così a grande richiesta vi lascio la ricetta qui di seguito!! Non è un dolce semplice da preparare, ma neanche complicato: bastano solo un pizzico di pazienza, tanta passione e sopratutto tanta voglia di mangiare un dolce così buono, che ne vale davvero la pena!!!! 😉

Il risultato che avrete sarà FANTASTICO!!! 😀

 

INGREDIENTI: (per una teglia dal diametro di 28 cm, per circa 15 persone)

  • 400 gr di farina di pistacchio
  • 100 gr di farina 00
  • 200 gr di zucchero
  • 100 ml di olio di semi
  • 4 uova
  • 150 ml di latte
  • 16 gr di lievito
  • 1 pizzico di sale

FARCITURA (crema di cioccolato bianco):

  • 500 ml di latte
  • 2 tuorli
  • 150 gr di cioccolato bianco
  • 50 gr di amido di mais
  • 100 gr di zucchero
  • 300 gr di crema di pistacchio

GUARNIZIONI:

  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di cioccolato bianco
  • farina di pistacchio q. b (per ricoprire i bordi della torta)
  • praline colorate dorate e pistacchi a piacere.

 

PROCEDIMENTO:

separate i tuorli dagli albumi e montate gli albumi a neve con un pizzico di sale fin quando non “scrivono”. Conservateli in frigorifero mentre procedete nel frattempo con la restante preparazione.

img_8135 img_8136 img_8139 img_8140 img_8146 img_8147

 

Montate i tuorli con lo zucchero fino ad un composto omogeneo e dopo di che aggiungete la farina di pistacchio, mescolando dapprima con un cucchiaio per amalgamare il tutto e dopo con le fruste elettriche.

img_8150 img_8153 img_8155 img_8157 img_8160

 

Aggiungete poi l’olio, il latte e la farina setacciata. Continuate a montare con le fruste elettriche in modo tale che i liquidi siano assorbiti dai secchi.

img_8164 img_8167 img_8169 img_8170

 

Una volta che il composto diviene ben omogeneo, prendete gli albumi montati a neve, aggiungeteli e mescolateli dal basso verso l’alto con un cucchiaio per evitare che si smontino.

img_8181 img_8185

 

Infine aggiungete al composto il lievito e versatelo in una teglia imburrata e infarinata.

img_8189 img_8191 img_8194

 

Infornate a 180 °C per 30 minuti. Facendolo la prova stecchino risulterà più umida del pan di spagna normale, ma capirete che è cotto non appena sarà dorata in superficie.

 

Così mentre la torta continua a raffreddare, iniziate a preparare la crema di cioccolato bianco. Portate ad ebollizione il latte, a fiamma viva e sciogliete a bagno maria il cioccolato bianco.

img_8196 img_8202

 

In una ciotola a parte mescolate con una frusta a mano lo zucchero con i tuorli e con la farina. Una volta che il latte avrà bollito versatelo nella ciotola e continuate a mescolare con la frusta a mano fino a togliere tutti i grumi.

img_8199 img_8204

 

Versate nuovamente il tutto nella pentola, aggiungete il cioccolato bianco sciolto a bagno maria e continuate a cuocere a fiamma bassa, mescolando sempre con la frusta a mano fin quando la crema non diventa lucida e tiepida. Conservate una volta pronta in frigo per 5 minuti circa con una pellicola in superficie.

img_8208 img_8211

 

Una volta che la torta e la crema si sono raffreddate, tagliate la torta a metà orizzontalmente; date una passata di crema al pistacchio e uno strato di crema di cioccolato bianco. Chiudete la torta con l’altra metà e date una passata di crema al pistacchio anche in superficie e ai bordi della torta.

img_8221 img_822420161109_092640

 

Sciogliete a bagno maria il cioccolato fondente e il cioccolato bianco. Versate il cioccolato fondente in tutta la superficie, aiutandovi con un coltello piatto a far cadere la glassa anche lungo i bordi.

20161109_094418 20161109_094652

 

Prima che la glassa in superficie si asciughi, passate ai bordi la farina di pistacchio e con l’aiuto di un coltello variegate la superficie con del cioccolato bianco.

20161109_095359 20161109_09565520161109_100234

Io poi ho decorato con praline dorate e pistacchi sparsi a piacere!!

 

 

Conservate in frigorifero e servitela a fettine fresca!!!

dsc_8287  dsc_8298

dsc_8265

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TRUCCHI DEL MESTIERE:

1°) potete conservare la torta al pistacchio in frigorifero coperta da una campana di vetro per 4 giorni al massimo. Potete anche congelare la torta senza ricopertura;

2°) in sostituzione della pellicola potete usare dello zucchero sparso in superficie per evitare che la crema formi in un superficie una patina.

 

“LO SAPEVATE CHE…”

La pianta di pistacchio fu introdotta in Sicilia dagli Arabi durante il periodo della loro dominazione, nei secoli VIII e IX. La longevità e la capacità di resistere a condizioni ambientali avverse ha permesso al pistacchio di insediarsi stabilmente nei terreni vulcanici scarsamente coltivabili – le cosiddette sciare – che caratterizzano l’area di Bronte e dintorni, tanto da diventare nel tempo la coltivazione arborea più importante, sia in termini di superficie investita che di reddito prodotto. 

Il pistacchio, un anno produce e un anno riposa e, durante quest’ultimo, i contadini eliminano le poche gemme spuntate sui rami in modo che la pianta possa immagazzinare tutte le energie per esplodere nella stagione successiva.
Attesa per due anni, la raccolta è il momento decisivo. Tra la fine di agosto e l’inizio di settembre il paese si svuota: nelle pistacchiete lavorano tutti: donne, vecchi e bambini.

Intorno al pistacchio, la popolazione locale ha sviluppato le proprie tradizioni e la propria ricchezza grazie al duro lavoro degli agricoltori che, di generazione in generazione, hanno tramandato la cura dei lochi, nome locale dei pistacchieti, contribuendo a far acquisire alla città di Bronte la fama di “città del pistacchio.

Precedente Ricetta Torta di Carote-gluten free Successivo Ricetta Pan D'arancio
  • Giuseppe

    Una delle torte più buone che io abbia mai mangiato!

    • Grazieeee! Sono contenta che ti sia piaciuta! Un dolce piccolo regalo! 🙂

  • cettina

    si e’ vero una delizia. Siamo rimasti contenti e deliziati di questo dolcissimo capolavoro.

    • Sono contenta che sia piaciuta! Mi incoraggia tantissimo! 🙂

  • Alice

    Ho avuto il piacere di provare questo dolce in una versione finger-food! Buonissimo e bellissimo all’aspetto <3

    • Grazie Alice!
      Per me è stato un onore e una stupenda opportunità poter preparare un buffet di dolci per il tuo 18¤!