Ricetta Sfince palermitane

Irrinunciabile, unica, tipicamente siciliana è lei la Ricetta Sfince palermitane, il dolce per eccellenza per la festa del papà, ma che qui a Palermo ormai possiamo trovarla tutto l’anno! 🙂

Qui le chiamiamo anche le “i sfinci ri San Giuseppe” proprio perché il giorno in cui vengono celebrate è il giorno di San Giuseppe per la festa del papà!

E un tempo preparare le sfince significava anche dare il benvenuto alla primavera! 😉

Non dimentichiamo comunque che le sue origini sono arabe! 😉

Ma ai tempi venivano farcite con miele e zucchero! Poi grazie alle suore clarisse del Monastero delle Stimmate di San Francesco siamo arrivati alla nostra sfincia palermitana!! 😀

Un vero colosso della pasticceria italiana che io amo con tutto il cuore e che fin da quando sono piccola ricordo che non c’era anno in cui mio nonno non le comprava per la festa del papà anche perché, diciamocelo, il 19 anno Marzo è il giorno del suo onomastico! 😉

Certo non è un dolce leggero, lo so! Ma che almeno una volta l’anno vale la pena preparare e mangiare, perché credetemi il suo sapore è sublime! 🙂

Un Dolce Capriccio di pasta choux, farcito con crema di ricotta e guarnito con arancia e ciliegia candita, granella di pistacchi e gocce di cioccolato che ho preparato per il mio papi in occasione della sua festa! 🙂

E, visto che siete stati in tanti a chiedermelo, vi lascio qui la vera ricetta palermitana, perché da quando ho imparato a farle ormai ogni anno le preparo io! 😉

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    45 minuti
  • Porzioni:
    14 sfince
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

Ingredienti (per la pasta choux):

  • Farina 00 250 g
  • Acqua 250 ml
  • Strutto 50 g
  • Uova 6
  • Sale 5 g
  • Bicarbonato 1 pizzico

Ingredienti (per le guarnizioni):

  • arance e ciliegie candite q.b.
  • Granella di pistacchi q.b.
  • Gocce di cioccolato q.b.
  • Ricotta di pecora 700 g
  • Zucchero 300 g

Preparazione

  1. 1. Per prima cosa preparate la pasta choux:

    portate ad ebollizione l’acqua con lo strutto e il sale.

  2. 2. Aggiungete poi la farina setacciata e il bicarbonato e mescolate subito fin quando il composto non si stacca dalla pentola.

  3. 3. Mettete così l’impasto in una ciotola e fatelo raffreddare, cercando di appiattirlo con un cucchiaio.

    4. Unite poi poco per volta le uova e mescolate l’impasto con le fruste elettriche fino ad un composto fluido e omogeneo.

  4. 5. Fate riscaldare così l’olio di semi (circa 2 litri di arachide o di girasole) e non appena diventa caldo (circa 165°C) prendete un po’ di composto con un cucchiaio e versatelo nell’olio.

  5. 6. Man mano che cuociono, sempre con il cucchiaio immergetele nell’olio in modo tale che si cucinano anche dentro.

    7. Non appena saranno bionde e quasi aperte prendetele e fatele sgocciolare sulla carta assorbente.

  6. 8. Mentre raffreddano, preparate la crema di ricotta:

    montate la ricotta ben asciutta con lo zucchero fino ad una crema liscia.

  7. 9. Tagliate poi le sfince verticalmente e con l’aiuto di un cucchiaio farcitele con la crema. La vera sfincia è ricoperta di crema anche su tutta la superficie esterna.

  8. 10. Infine guarnitele con una ciliegia candita al centro, una scorza d’arancia candita, granella di pistacchi e gocce di cioccolato.

  9. E dulcis in fundo vi lascio qualche dolce scatto! 😉

  10. E se volete provare qualche altra dolce ricetta siciliana cliccate su: https://blog.giallozafferano.it/diariodeicapriccidiflo/category/dolci-siciliani/

TRUCCHI DEL MESTIERE

  • mi raccomando fate scolare la ricotta in un cola pasta almeno per tutta la notte prima di usarla;
  • potete conservare le sfince in frigo per 2-3 giorni;
  • se volete potete conservare le sfince in un contenitore chiuso ermeticamente per 2 giorni massimo e farcirle all’occorrenza;
  • vi consiglio di farcirle e mangiarle dopo qualche oretta così che risulteranno più morbide e saporite.

Dolci siciliani

Informazioni su Floriana

Il Diario dei Capricci di Flo nasce dall'idea di condividere con "vecchi" e nuovi amici la passione per la cucina e in particolare per i dolci! Una passione nata da circa nove anni, durante gli anni del liceo, la mia vita si alterna tra libri universitari e fornelli! Basta un solo click per entrare nel mio piccolo mondo di divertimento: già, perché la "mia cucina" non è un luogo di lavoro. La passione per i dolci e per la cucina,la creatività mi hanno spinto a creare questo piccolo diario in cui posso condividere "i miei Capricci" e strapparvi di tanto in tanto un sorriso, darvi un'idea, condividere insieme un pensiero e regalarvi sempre un "dolce" capriccio!!!! Io sono pronta e voi?

Precedente Ricetta biscotti creativi per il papà Successivo Ricetta Cake pops al cioccolato