Ricetta Dorayaki con Nutella

Ricetta Dorayaki con Nutella
Ricetta Dorayaki con Nutella

La Ricetta Dorayaki è qualcosa di strepitoso!!! Chi non si ricorda il famoso cartone animato “Doraemon”??

Quante puntate avrò potuto seguire da piccola: un gatto spaziale, pasticcione quanto golosone di questi dolcetti giapponesi: i Dorayaki!!!

Ideale per le merende dei vostri piccoli: semplici, veloci & senza aggiunta di grassi, perché preparati con sola farina, uova, acqua, miele, lievito e, badate bene, non presentano alcuna traccia di burro!!! 😉

Un dolce tradizionale giapponese che, nella sua versione originaria, è composto da due pancake, formati a partire dalla kasutera (un impasto simile al pan di spagna), e riempito al centro con l’anko, una salsa dolce rossastra ricavata dai fagioli azuki.

Una vera goduria per dolci merende da consumare durante uggiosi pomeriggi di pioggia, accompagnati da una bella tazza di latte o di tè caldo! 🙂

Da quando li ho conosciuti sul web, mi hanno incuriosita così tanto che non ho potuto resistere! Li ho provati e devo dire che il risultato è stato ottimo!!! Certo, inizialmente qualche dischetto di Dorayaki mi si è spappolato in padella, ma dopo qualche accortezza ho ottenuto una perfetta forma tondeggiante e una dorata cottura!

Di sicuro la farcitura con Nutella non è di certo una versione dietetica, ma potete benissimo sostituirla con marmellata, miele oppure consumarli direttamente con una semplice spolverata di zucchero a velo! 🙂

Vi ho fatto venire un po’ di fame?

Allora cosa state aspettando! Preparate anche voi i vostri Dorayaki, seguendo passo dopo passo la ricetta! 😉

 

INGREDIENTI: (per 10 Doroyaki, 5 se farciti)

  • 100 gr di farina 00
  • 50 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di miele (preferibilmente di acacia)
  • 2 cucchiai di acqua

GUARNIZIONI:

  •   nutella q.b

 

PROCEDIMENTO:

versate in una ciotola tutti gli ingredienti: farina, zucchero, miele, le due uova, acqua & lievito.

img_6650 img_6651

img_6652 img_6654

img_6656 img_6655

 

Iniziate a sbattere con una frusta elettrica o una frusta a mano, prima lentamente e poi energicamente fino ad un composto privo di grumi e dalla consistenza fluida.

img_6658 img_6661 img_6662

 

Scaldate una padella, ungetela con un foglio di carta oleato e versate un mestolo piccolo di composto.

img_6669 img_6672

 

Attendete circa 3 minuti e, non appena spuntano le bollicine in superficie, potete girarli.

img_6673

 

Continuate poi la cottura per un altro minuto dall’altra parte.

img_6678

 

Farcite con crema di Nutella & spolverate una dolce quantità di zucchero a velo!!!

img_6681

 

TRUCCHI DEL MESTIERE:

1°) potete preparare l’impasto e conservarlo per massimo 12 h in frigorifero;

2°) oppure potete congelarli, senza farcitura, in sacchetti e scaldarli prima dell’uso;

3°) potete aromatizzarli con scorza di arancia, di limone o con della vaniglia.

 

“LO SAPEVATE CHE…”

In origine il Dorayaki aveva un solo strato; la forma attuale a due strati fu inventata nel 1914 da Ueno Usagiya. Attualmente, l’omonimo negozio (Usagiya, うさぎや), viene considerato il migliore in tutto il Giappone, e lo si può visitare all’indirizzo 1-10-10 Ueno (una sezione di Tokyo), Taito-Ku.

In giapponese dora significa “gong“, e probabilmente la forma simile a quella dello strumento musicale ha dato origine al nome del dolce. La leggenda narra che un samurai di nome Benkei dimenticò il suo gong a casa di un contadino presso il quale si nascondeva, e che questi lo usò per preparare il primo dorayakidd, da cui, appunto, deriva il nome.

Sebbene la ricetta originale del ripieno preveda l’anko, ne esistono numerose varianti, ad esempio alla crema di castagne o al cioccolato.

 

 

 

 

Precedente Ricetta Apple Mug Cake Successivo Ricetta Frutta Martorana
  • Cettina

    Ottima idea questa ricetta. Di sicuro saranno molto buoni.

    • Decisamente golosi! Mi fanno venire in mente un dolce idea per un party o compleanno tra bambini!

  • Ninfa

    Provateli! Io l’ho fatto,veramente buoni,facili e veloci . Già veloci da fare tanto quanto da far sparire,visto quanto sono buoni.

    • Grazieee di cuore! Sono contenta ti siano piaciuti! 🙂