Ricetta Crostata siciliana

Ricetta Crostata siciliana

Avete presente quando la nonna dopo anni trascorsi davanti ai fornelli viene a casa tua e ti dice: “Voglio che mi prepari un dolce come piace a me, con mandorle e ricotta! Dimmi cosa ti serve che comprerò tutto io!”.

Bene, è così che è nata la Ricetta Crostata siciliana, una crostata che racchiude dentro di sé i sapori della mia Sicilia, farcita con crema di ricotta e guarnita con mandorle caramellate, chiamate in dialetto siciliano anche ” A’ Minnullata”!!!

La ricetta della pasta frolla è proprio quella con cui ho preparato la Cassata al forno in qualche ricetta pubblicata tempo addietro! 🙂

Non è un dolce difficile da preparare, ma richiede dei tempi ben precisi e distinti perché le mandorle caramellate vanno preparate separatamente dalla crostata e, soltanto dopo, assemblate al dolce! 😉

Ma vi assicuro che è un dolce che vale la pena preparare e mangiare!!! Quelle mandorle tostate in superficie danno il tocco finale e fanno zampillare ogni singola papilla gustativa! 😀

Mia nonna è rimasta estasiata quando l’ha assaggiata, con occhi sinceri mi ha guardata e in dialetto siciliano mi ha detto grossomodo così: “Macari avissimu manciuti sti dolci pi i matrimoni all’iebica mia!”, che tradotto significa: “Magari avremmo mangiato questi dolci per i matrimoni, ai miei tempi!”.

Eh si, perchè il dolce ai suoi tempi, (tempi della seconda guerra mondiale e post guerra), veniva preparato raramente, solo se con quei pochi risparmi ,che richiedevano grandi sacrifici, si riusciva a comprare la farina di frumento!!! Tutto veniva impastato a mano e cucinato in un forno a legna!

Che racconti, che ricordi inimmaginabili per noi della nuova generazione! Eppure mi affascinano così tanto le storie di chi ha giusto “qualche annetto” in più di me!

Vi lascio così questa meravigliosa ricetta, che ho preparato per la mia cara nonna e che di sicuro conquisterà anche i vostri palati! 😉

INGREDIENTI (per la pasta frolla, teglia dal diametro di 24 cm):

  • 300 gr di farina 00
  • 150 gr di burro
  • 1/2 bustina di lievito  o 1 cucchiaino di bicarbonato (se preferite una frolla più morbida)
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 2 uova medie (fredde da frigo)
  • 1 bustina di vanillina

INGREDIENTI (per il ripieno di ricotta):

  • 300 gr di ricotta
  • 150 gr di zucchero
  • gocce di cioccolato q.b

INGREDIENTI (per le mandorle caramellate):

  • 150 gr di mandorle tostate
  • 100 gr di zucchero semolato

PROCEDIMENTO

1. Almeno 1 giorno prima mettete a scolare la ricotta in frigo e, solo dopo essere bella asciutta, zuccheratela e setacciatela con delle fruste elettriche o in un passatutto a mano. Deve risultare ben liscia e senza grumi. Aggiungete solo dopo le gocce di cioccolato.

2.  Preparate poi la pasta frolla: mettete in una ciotola la farina setacciata, le uova fredde, il burro freddo a pezzetti, lo zucchero, la vanillina e il bicarbonato e impastate con mani fredde fino ad un composto omogeneo. Non per troppo tempo altrimenti la frolla non risulterà più friabile.

3. Fate riposare la frolla in frigo per 30 minuti, avvolta con una pellicola e nel frattempo preparate le mandorle caramellate: mettete a tostare in una padella le mandorle e una volta tostate aggiungete lo zucchero. Fate sciogliere per un po’.

4. Mescolate con un cucchiaio di legno fin quando lo zucchero non si sarà completamente sciolto; anche lo zucchero cristallizzato intorno alle mandorle dovrà sciogliersi. Svolgere questa operazione a fiamma dolce e velocemente per evitare che lo zucchero diventi amaro.

5. Una volta che lo zucchero si è sciolto, versate le mandorle su un ripiano rivestito con carta da forno e mescolate l’impasto con il cucchiaio o con un utensile di metallo per evitare che lo zucchero si depositi al fondo lasciando le mandorle scoperte.

6. Fate raffreddare le mandorle e procedete a rivestire con la pasta frolla la teglia imburrata e infarinata. Rivestite il fondo e le pareti laterali.

7. Versate così la crema di ricotta dentro la crostata e cuocete in forno preriscaldato, ventilato, per circa 30 minuti fin quando la frolla non raggiunge un colore dorato.

8. Sfornate la crostata, fatela raffreddare e infine guarnitela con pezzi di mandorle caramellate, che potete spezzettare con un battitore a mano per poter meglio coprire la superficie.

 

                                                                  TRUCCHI DEL MESTIERE:

  • potete preparare la crema di ricotta anche giorni prima e congelarla in un contenitore chiuso ermeticamente e all’ occorrenza scongelarla, almeno 2 h prima e tenendola però in frigo;
  • la Crostata siciliana si conserva perfettamente in frigo, in un contenitore chiuso ermeticamente per circa 3 o 4 giorni;
  • se vi dovesse avanzare della pasta frolla, potete conservarla in freezer avvolta con della pellicola per qualche settimana e scongelarla qualche ora prima al momento dell’utilizzo;
  • se vi dovessero avanzare delle mandorle caramellate, potete conservarle in un luogo asciutto e lontano da fonti di calore in un contenitore chiuso ermeticamente per circa 1 mese.

 

Precedente Ricetta Bignè di Iginio Massari Successivo Ricetta Profiteroles al cioccolato