Ricetta Cream tart di San Valentino

Questo dolce lo dedico a tutti coloro che credono nell’amore eterno, nell’amore che dura nonostante le alte maree, le tempeste e gli uragani! 🙂

Perché l’amore, quello vero, non è un sentimento passeggero, ma è un impegno, un dare la vita per l’altro!

Allora si che con questa consapevolezza vale la pena festeggiare San Valentino con la persona che amate e se siete alla ricerca di un dolce che possa veramente stupire il vostro partner, la Ricetta Cream tart di San Valentino farà al caso vostro! 😉

Per la ricetta mi sono ispirata alle chiare e competenti istruzioni di Luca Perego, autore dell’omonimo blog Lucake, che vi consiglio davvero di consultare su: http://lucake.altervista.org/2858-2/

Un dolce che vale la pena davvero preparare e che, non so se ci avete fatto caso, ma sta spopolando tantissimo nei social network! 

Due basi di pasta frolla, farcite con una crema di panna e mascarpone e decorate con tanto amore e creatività!!!

Io per questo San Valentino ho scelto di rappresentare la lettera “A” simbolo dell’amore, ma voi potete dilettarvi con qualsiasi altra cosa vi venga in mente!!! 😉

Divertitevi e appassionatevi come me con una Cream tart da sogno! 😉

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    30 minuti
  • Cottura:
    10/12 minuti
  • Porzioni:
    8 porzioni
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Ingredienti (per la pasta frolla):

  • Farina 00 1 kg
  • Zucchero 400 g
  • Strutto 400 g
  • Lievito in polvere per dolci 5 g
  • Tuorli 4
  • Acqua (a seconda se la farina è forte o meno) 1/2 bicchiere

Ingredienti (per le guarnizioni)

  • Panna naturale (da montare) 250 g
  • Mascarpone 250 g
  • Zucchero a velo 180 g
  • Zuccheri colorati q.b.
  • Ghiaccia reale (per decorare i biscotti rimanenti)
  • Coloranti alimentari (gel) q.b.

Preparazione

  1. 1. Per prima cosa preparate la pasta frolla: versate in una ciotola la farina setacciata, lo zucchero, lo strutto, i tuorli e cominciate ad impastare con le mani, assemblando i secchi con gli umidi.

    2. Aggiungete dopo il lievito e continuate ad impastare. Se il composto risulta troppo secco, aggiungete 1/2 bicchiere d’acqua, ma a filo per evitare che poi la pasta frolla risulti eccessivamente liquida.

    N:B: fate conto che l’assorbimento dell’ acqua dipende dalla durezza della farina. Più è forte la farina, più acqua avrà bisogno.

    3. Trasferite l’impasto dopo su un piano da lavoro e continuate ad impastare fino ad ottenere una palla di impasto.

    4. Avvolgete poi la frolla con della pellicola trasparente e conservatela in frigo per almeno 30 minuti.

  2. 5. Nel frattempo mettete in freezer la ciotola e le fruste con cui andrete a montare la panna.

    6. Preparate nel frattempo un carta modello a forma di “A” su carta o su cartoncino (le dimensioni del mio carta modello sono di 27x 18) e stendete la pasta frolla fino a 5-6 mm di spessore.

    7. Incidete così due sagome sulla pasta frolla e, facendo ben attenzione, trasferite le sagome su una teglia rivestita con carta da forno o d’allumino.

  3. 8. Infornate in forno preriscaldato, ventilato a 180°C per 10/12 minuti circa. Se poi la pasta frolla dovesse risultare troppo pallida in superficie, posizionate la teglia nella parte superiore del forno fino a doratura.

  4. 9. Sfornate e fate raffreddare le sagome per bene.

    10. Nel frattempo montate la panna con lo zucchero a velo fino a quando non si addensi, ma mi raccomando: non per troppo tempo! Altrimenti come consiglia Luca i ciuffetti non risulteranno lisci e vellutati.

    11. Aggiungete dopo il mascarpone e montate con le fruste elettriche fino ad amalgamare il composto.

  5. 12. Con molta delicatezza trasferite la sagoma su un vassoio e riempite una sacca a poche con la crema.

    13. Con una bocchetta liscia coprite poi la prima sagoma facendo dei ciuffetti ben ordinati, l’uno accanto all’altro.

    14. Coprite così la prima sagoma con la seconda e guarnite la superficie come nello step precedente.

  6. 15. Infine decorate a piacere! Io per esempio ho utilizzato dei zuccherini rossi colorati e con la frolla avanzata ho fatto dei biscotti, formando la scritta “Love”. Ho decorato poi i biscotti con della ghiaccia reale. Se volete cimentarvi anche voi seguite il procedimento su: https://blog.giallozafferano.it/diariodeicapriccidiflo/ricetta-biscotti-al-cacao/

     

  7. E dulcis in fundo vi lascio qualche dolce scatto! 😉

  8. PS: con la pasta frolla rimanente ho poi preparato dei biscotti, che ho decorato con ghiaccia reale e confezionati con deliziose bustine trasparenti.

  9. E per i tag correte nel blog di Marika su: https://breakfastandcoffee.it/2018/02/07/cuori-di-riso-soffiato-al-cioccolato-bianco/

TRUCCHI DEL MESTIERE

  • conservate la torta in frigo, ben coperta per 2 giorni massimo;
  • con la pasta frolla rimanente potete preparare dei biscotti, decorandoli con della ghiaccia reale e conservateli in un contenitore chiuso ermeticamente per 4-5 giorni.

San Valentino

Informazioni su Floriana

Il Diario dei Capricci di Flo nasce dall'idea di condividere con "vecchi" e nuovi amici la passione per la cucina e in particolare per i dolci! Una passione nata da circa nove anni, durante gli anni del liceo, la mia vita si alterna tra libri universitari e fornelli! Basta un solo click per entrare nel mio piccolo mondo di divertimento: già, perché la "mia cucina" non è un luogo di lavoro. La passione per i dolci e per la cucina,la creatività mi hanno spinto a creare questo piccolo diario in cui posso condividere "i miei Capricci" e strapparvi di tanto in tanto un sorriso, darvi un'idea, condividere insieme un pensiero e regalarvi sempre un "dolce" capriccio!!!! Io sono pronta e voi?

Precedente Colazione di San Valentino Successivo Dolci capricci di San Valentino