Panna cotta di caprino e timo

panna cotta di caprino e timo
panna cotta di caprino e timo

Panna cotta di caprino e timo

Il Crottin de chèvre è uno dei tanti formaggi caprini prodotti nella regione Loira. La particolarità del Crottin, sta nel suo significato, infatti, in francese significa “sterco di cavallo”. Questo soprannome gli è stato dato, non tanto per il suo odore, quanto per il fatto che assume le sembianze della cacca di cavallo una volta che ha raggiunto la piena maturazione.
Viene prodotto in un piccolo paese abitato da pochi abitanti, Chavignol, situato nelle valli della Loira. Originariamente la cura delle capre era affidata alle mogli dei contadini, i quali si dedicavano principalmente alla viticoltura. Ma durante l’Ottocento, a causa della filossera che ha decretato la morte di gran parte delle viti, tutti gli sforzi dei contadini locali sono stati indirizzati verso la produzione di questo formaggio.

Ingredienti:

120 gr di formaggio caprino fresco (ho usato Crottins de chèvre)
150 ml di panna fresca
5 gr colla di pesce
1 cucchiaino di timo
8 pomodori secchi sott’olio
pane carasau sardo (per decorare)
pomodoro ciliegia per decorare
sale, pepe

Procedimento:

Versate la panna in un pentolino con il timo, portate a bollore, spegnete il fuoco, coprite e lasciate in infusione per 10 minuti. Mettete la colla di pesce ad ammorbidire in acqua fredda.
Filtrate l’infuso, mettetelo a scaldare e aggiungete il formaggio di capra sbriciolato. Mescolate a fuoco basso fino a quando il formaggio non si sarà sciolto. Aggiungete una presa di sale e pepe. Togliete il tegame dal fuoco, aggiungete la colla di pesce ammorbidita e strizzata, mescolate per fare sciogliere e amalgamate al composto. Tagliate i pomodori secchi a pezzetti, divideteli nelle ciotole e versate sopra la crema. Lasciate raffreddare in frigo almeno per 6 ore. Rimuovete la panna cotta di caprino dal frigo, decorate con un pomodoro ciliegia, pepe, una crosta di pane carasau e servite.

panna cotta di caprino e timo
panna cotta di caprino e timo

Precedente Rigatoni con pesto di zucchine a caldo Successivo Nodi di pane, pane e lievitati