Okonomiyaki casalingo

L’okonomiyaki è un piatto giapponese, che può ricordare i pancake americani.
Viene anche definito “pizza giapponese”, anche se non ha nulla a che vedere con la pizza.
Si tratta di una sorta di “frittata” di cavolo bianco a cui vengono aggiunti alla fine altri ingredienti, come carne e uova.
Io ho provato a prepararlo in casa con ingredienti italiani, non avendo a disposizione altri ingredienti necessari per prepararlo (come la salsa per okonomiyaki, che in Italia è difficile reperire).
Provate la mia versione dell’okonomiyaki casalingo.
Ecco la ricetta.
Buon appetito.
Romina

Okonomiyaki casalingo
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaGiapponese
645,14 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 645,14 (Kcal)
  • Carboidrati 77,53 (g) di cui Zuccheri 31,35 (g)
  • Proteine 34,83 (g)
  • Grassi 23,42 (g) di cui saturi 8,43 (g)di cui insaturi 13,84 (g)
  • Fibre 6,56 (g)
  • Sodio 2.447,62 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 200 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per 2 persone:

Per l’okonomiyaki

  • 300 gcavolo cappuccio (bianco)
  • 100 gfarina 00
  • 100 mlacqua
  • Mezzoporro
  • 2uova
  • 6 fettebacon
  • 1 pizzicosale

Per la salsa

  • 3 cucchiaiketchup
  • 1 cucchiaiosalsa Worcestershire
  • 1 cucchiaiosalsa di soia
  • 2 cucchiainimiele millefiori

Preparazione:

  1. Iniziamo a preparare la salsa.

    In un pentolino mescolare il ketchup con la salsa di soia, la salsa worcestershire e il miele; mettere sul fuoco e scaldare fino a quando il miele si sarà sciolto.

    Lasciare raffreddare.

  2. Per l’okonomiyaki.

    Tagliare molto sottilmente il cavolo lavato e il porro (potete aiutarvi con un mixer).

    In una ciotola mescolare la farina con l’acqua, fino ad ottenere una pastella liscia.

    In una ciotola mettere il cavolo e il porro, un pizzico di sale e versarvi sopra la pastella, mescolare bene.

    Scaldare 2 padelle (di medie dimensioni) antiaderenti con un filo di olio e versare in ciascuna metà del composto di cavolo.

    Appiattire bene su tutta la padella il cavolo, come per fare una frittella.

    Cuocere per 5 minuti.

    Sulla parte superiore adagiare 3 fette di bacon per ciascun okonomiyaki, poi girare la “frittata” con l’aiuto di una spatola o aiutandosi con un coperchio (come si fa per girare una frittata).

    Cuocere anche da questa parte per 5 minuti.

    Nel frattempo prepariamo le uova all’occhio di bue.

    Scaldiamo una padella con un filo di olio e versiamo le uova, salare e cuocere per 3/4 minuti.

    Nel piatto mettiamo la “frittella” di cavolo con il bacon rivolto verso l’alto e sopra mettiamo un uovo a testa.

    Completiamo con la salsa preparata.

    L’okonomiyaki casalingo è pronto.

Varianti:

Potete sostituire il porro con del cipollotto fresco, usando anche la parte verde.

Al posto del bacon potete utilizzare della pancetta o della lonza di maiale tagliata in modo molto sottile ( e che abbia anche una buona percentuale di parte grassa, altrimenti si indurisce).

Se trovate la salsa apposta per gli okonomiyaki utilizzate quella o in alternativa potete mettere solo maionese.

https://blog.giallozafferano.it/delizieinpentola/

https://www.facebook.com/lacucinadiRomina/

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da delizieinpentola

Mi chiamo Romina e amo cucinare, penso fin da quando sono piccola. Tutte le mie ricette le cucino per me, mio marito (che è un golosone) e per i miei familiari. Sono ricette semplici e facilmente realizzabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.