Crea sito

Minestra di trippa

Io ho sempre cucinato la trippa in umido, con i fagioli e le patate.
Ma poi mia mamma (a cui non piace la trippa) mi ha detto di provare a fare la minestra di trippa.
Alla fine l’ho cucinata, ed è buona e più leggera della trippa in umido, anche perchè si fa senza soffritto.
Praticamente si tratta di un minestrone con la trippa.
Ecco la ricetta.
Buon appatito.
Romina

Minestra di trippa
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura3 Ore
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 2 persone:

  • 500 gTrippa già pulita e precotta
  • 80 gFagioli borlotti precotti
  • 1Cipolla
  • 2Carote
  • 2Patate
  • 4 foglieVerza
  • 150 gBietole
  • MezzoDado vegetale
  • 1 cucchiaioConcentrato di pomodoro
  • 1 pizzicoSale grosso
  • q.b.Acqua
  • 60 gPecorino romano grattato

Preparazione:

  1. Lavare la trippa e tagliarla a listarelle; mettere la trippa in una pentola senza condimenti e farla asciugare a fuoco moderato.

    Mentre la trippa rilascia tutta l’acqua preparare le verdure.

    Sbucciare la cipolla e tagliarla a fettine sottili; pelare le patate e tagliarle a cubetti.

    Lavare e pelare le carote e tagliarle a cubetti; lavare la verza e le bietole e tagliarle a listarelle.

    Scolare i fagioli dal liquido di conservazione.

    Quando la trippa ha assorbito tutta l’acqua aggiungere tutte le verdure, coprire con acqua e unire il dado, il sale e il concentrato di pomodoro. Cuocere con coperchio per circa 3 ore (aggiungendo altra acqua se necessario).

    A fine cottura aggiungere nella pentola 30 grammi di pecorino e mescolare.

    La minestra di trippa è pronta, servire con altro pecorino grattato.

Varianti:

Potete aggiungere tutte le verdure che preferite.

Esistono diverse trippe (cuffia, fogliolo, lampredotto), io in questo caso ho utilizzato solo il fogliolo.

https://blog.giallozafferano.it/delizieinpentola/

https://www.facebook.com/lacucinadiRomina/

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.