Crea sito

Antipasto piemontese

L’antipasto piemontese è una conserva di verdure in una passata di pomodoro agrodolce.
Si tratta di una conserva tipica piemontese, che viene preparata a fine estate, proprio per conservare le verdure durante l’inverno.
Questo antipasto di solito viene servito per accompagnare salumi, proprio come antipasto o anche con i bolliti; ma è perfetto, anche in estate, servito con del tonno sott’olio.
Ogni famiglia piemontese ha la sua ricetta, questa è quella di mia nonna.
Ecco la ricetta.
Buon appetito.
Romina

Antipasto piemontese
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo5 Ore
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • PorzioniPer 5 vasi da 750 ml
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per 5 vasi da 750 ml:

  • 2 kgpomodori (maturi)
  • 300 gsedano
  • 300 gcipolle borettane (o cipolline piccole dorate)
  • 300 gcarote
  • 300 gpeperoni rossi
  • 300 gfagiolini
  • 1 bicchiereolio di oliva
  • 2 bicchieriaceto di vino rosso
  • 1 cucchiaiozucchero
  • 1 pizzicosale grosso
  • q.b.noce moscata

Preparazione:

  1. Lavare i pomodori, tagliarli a metà e sbollentarli in acqua bollente per 10 minuti.

    Pulire tutte le verdure e tagliarle a tocchetti, ma riporle in ciotole differenti (in quanto avranno cotture differenti).

    Scolare i pomodori e passarli nel passaverdure, lasciando cadere la salsina in una pentola capiente.

    Aggiungere l’olio, il sale, lo zucchero e l’aceto e portare a bollore.

    Appena il composto ha raggiunto il bollore unire il sedano e le carote e cuocere per 15 minuti.

    A questo punto unire i fagiolini e le cipolline e continuare la cottura per 10 minuti.

    Infine aggiungere i peperoni e cuocere per 3 minuti.

    A fine cottura unire una grattata di noce moscata.

    Versare il composto nei vasetti sterilizzati quando è ancora caldo; lasciarlo raffreddare e poi unire un filo di olio in ogni vasetto.

    Chiudere bene i vasi e sterilizzarli, in una pentola piena di acqua per 30 minuti; lasciare raffreddare i vasi nella loro acqua.

    L’antipasto piemontese è pronto.

Consigli:

L’antipasto piemontese si può consumare dopo un mese e si conserva per tutto inverno in un luogo buio, lontano da fonti di calore.

https://blog.giallozafferano.it/delizieinpentola/

https://www.facebook.com/lacucinadiRomina/

3,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da delizieinpentola

Mi chiamo Romina e amo cucinare, penso fin da quando sono piccola. Tutte le mie ricette le cucino per me, mio marito (che è un golosone) e per i miei familiari. Sono ricette semplici e facilmente realizzabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.