Come fare il mosto d’uva in casa

Per fare il mosto d’uva occorre innanzitutto procurarsi dell’uva da vino matura o in alternativa dell’uva da tavola con acini piccoli. Il mosto d’uva, che consiste in succo d’uva non fermentato, si utilizza in varie preparazioni tra cui, marmellate, dolci o biscotti di vario tipo. In piccole quantità si può facilmente fare in casa, avendo poi l’accortezza di conservarlo adeguatamente per evitare che si inneschi il processo di fermentazione.

uva da mosto
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Porzioni1
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
345,00 Kcal
calorie per porzione
Info Chiudi
  • Energia 345,00 (Kcal)
  • Carboidrati 90,50 (g) di cui Zuccheri 77,40 (g)
  • Proteine 3,60 (g)
  • Grassi 0,80 (g) di cui saturi 0,27 (g)di cui insaturi 0,28 (g)
  • Fibre 4,50 (g)
  • Sodio 10,00 (mg)

Valori indicativi per una porzione di 300 g elaborati in modo automatizzato a partire dalle informazioni nutrizionali disponibili sui database CREA* e FoodData Central**. Non è un consiglio alimentare e/o nutrizionale.

* CREA Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione: https://www.crea.gov.it/alimenti-e-nutrizione https://www.alimentinutrizione.it ** U.S. Department of Agriculture, Agricultural Research Service. FoodData Central, 2019. https://fdc.nal.usda.gov

Ingredienti per preparare circa 300g di mosto

  • 500 guva bianca (oppure rossa)

Strumenti consigliati

  • Passaverdure con fori piccoli (in alternativa estrattore)
  • Pestello di legno, per rompere gli acini acini
  • Contenitore stretto per raccogliere il mosto, oppure una bottiglia di vetro
  • Colino
  • Pellicola per alimenti

Preparazione del mosto d’uva

  1. Lavate accuratamente l’uva.

    Separate gli acini dai graspi, dopo avere selezionato quelli migliori ed integri.

  2. Se utilizzate il passaverdura

    Schiacciate delicatamente con un pestello l’uva posta dentro una ciotola in modo da rompere gli acini.

    Passate l’uva schiacciata attraverso il passaverdura con i fori piccoli e filtrate il succo ottenuto attraverso il colino in modo da eliminare tutti semi e i pezzetti di buccia che eventualmente fossero passati.

  3. preparazione mosto

    Se utilizzate l’estrattore:

    Più facilmente si può ottenere il mosto d’uva usando un estrattore.

    In questo caso è sufficiente introdurre tutti gli acini interi senza necessità di filtrare il succo.

    Noterete che il mosto ha un colore opaco, tra il grigio e il marrone chiaro se prodotto con uve bianche.

  4. Se non usate subito il mosto d’uva, mettetelo in un contenitore stretto ponendo della pellicola a contatto con la superficie oppure mettetelo in una bottiglia di vetro chiusa che dovrà essere riempita fino all’orlo.

    Conservate il mosto in frigorifero per rallentarne l’ossidazione e la fermentazione.

    In alternativa potete congelarlo per usarlo in seguito.

Potete utilizzare il mosto preparato in casa per fare delle ottime ciambelle lievitate, come spiegato qui