Crea sito

Cipolline glassate in agrodolce

Le cipolline glassate in agrodolce sono un ottimo contorno, molto conosciuto ed apprezzato nelle tavole italiane. Per preparare questo delizioso piatto occorre una particolare varietà’ di cipolla bianca, piccola e piatta, chiamata Borettana perché la sua coltivazione e’ originaria di Boretto un comune della provincia Reggio Emilia. Frequentemente si trovano in vendita già pulite e questo velocizza enormemente la preparazione. Per cuocerle rapidamente e renderle tenere senza sfaldarsi io uso da sempre la pentola a pressione e devo dire che vengono buonissime, caramellate all’esterno e morbidissime anche nella parte centrale, che spesso e’ quella che rimane un po’ dura. Nella ricetta che segue vi darò comunque le indicazioni per entrambi i tipi di cottura, cioè sia con la pentola a pressione che con quella tradizionale. Non esitate a preparare questo salutare e saporito contorno che accompagna benissimo molti secondi di carne…e non solo!!

Cipolline glassate in agrodolce
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per fare Cipolline glassate in agrodolce

Nota
le cipolline Borettane generalmente vengono vendute già sbucciate, se cosi’ non fosse vi consiglio di procedere alla rimozione delle bucce tenendo le cipolline immerse in una bacinella di acqua fredda per facilitarne la rimozione.
  • 400 gdi cipolle borettane (già pulite)
  • 6 cucchiaidi olio extravergine d’oliva (30 g circa)
  • 2 cucchiaiaceto di vino bianco (10 g circa)
  • 1 cucchiaiodi zucchero (15 g circa)
  • q.b.sale

Strumenti consigliati

  • Pentola a pressione da 3 o 5 litri, 22 cm di diametro oppure un tegame di dimensione equivalente

Come preparare le cipolline glassate in agrodolce

  1. cipolline borettane sbucciate

    Sciacquate e asciugate le cipolline sbucciate.

  2. cipolline inizio cottura

    Scaldate olio nella pentola.

    Mettete le cipolline nella pentola non appena l’olio sara’ ben caldo. Le cipolline dovranno essere tutte ben distribuite sul fondo, se cosi’ non fosse usate una pentola piu’ larga.

    Rosolatele per qualche minuto girandole per distribuire l’olio.

    Spolverate le cipolline con lo zucchero.

    Alzate la fiamma e fate sciogliere lo zucchero, sempre girando.

  3. sfumatura con l'aceto delle cipolline

    Aggiungete l’aceto e il sale quando lo zucchero comincera’ ad imbrunire leggermente.

    Sfumate l’aceto sempre girando.

  4. cipolline in cottura

    Se usate la pentola a pressione:

    Aggiungete un cucchiaio di acqua con cui scioglierete bene il fondo di cottura, poi chiudete il coperchio. Quando udirete il sibilo forte, abbassate la fiamma al minimo e cuocete per 15 minuti.

    A cottura completata scaricate la pentola a pressione ed aprite il coperchio.

    Per la cottura tradizionale

    Aggiungete mezzo bicchiere d’acqua e coprite riducendo la fiamma al minimo.

    Girate di tanto in tanto aggiungendo altra acqua solo se il fondo risulterà asciutto.

    Proseguite la cottura fino a quando le cipolline non risulteranno tenere al centro bucandole con uno stecchino.

  5. Cipolline glassate in agrodolce cotte

    Completata la cottura, fate restringere il sugo rimasto sul fondo caramellando cosi’ le cipolline.

    Girate le cipolline molto delicatamente facendo attenzione a non romperle.

    Lasciate riposare le cipolline per una decina di minuti o più, prima di trasferirle nel piatto di portata.

Si conservano bene in frigorifero per due, tre giorni. Vi consiglio di sistemarle in un contenitore in cui stiano strette e sovrapposte in modo che il loro sughetto le avvolga bene, cosi’ saranno ancora piu’ buone!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.