Uovo pochè su crema di parmigiano e pere caramellate

Ci sono piatti che ti restano nel cuore. Quelli che dopo averli fatti li guardi e li riguardi e non ci credi che li hai fatti tu. E poi come se non bastasse… sono pure buoni! Ecco, questo uovo pochè è uno di quei piatti per me. Forse il primo piatto davvero moderno che ho realizzato. Sicuramente il mio primo uovo pochè… e devo ammettere che sono rimasta dieci minuti buoni a fissarlo e a dirmi “non ci credo che è venuto al primo colpo”.

Si tratta di un piatto non semplicissimo per realizzazione e accostamenti. Anche se formaggio e pere è un classico insuperato. Ma l’abbinamento al vino bianco e all’uovo (soprattutto della pera), per me almeno, non era cosa di tutti i giorni. Le noci poi danno una nota croccante finale che ci sta davvvero benissimo. Io fossi in voi non esiterei a provarlo. E’ un piatto che sicuramente vi sorprenderà molto e certamente esteticamente fa la sua bella figura.

La ricetta originale è di Valentina, food blogger de La cucina che Vale. Io ho solo cambiato il formaggio e il vino con quelli che avevo in casa quando ho deciso di provare a fare questa ricetta.

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    1 persona
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Latte 40 ml
  • Parmigiano reggiano (grattugiato) 100 g
  • Pere 1
  • Zucchero di canna 1 cucchiaio
  • Vino bianco secco 1/2 bicchiere
  • Gherigli di noci 1 manciata
  • Uova 1
  • Fleur de sal q.b.

Preparazione

  1. Per prima cosa prendiamo le pere e, dopo averle lavate, le tagliamo a fettine non sottilissime tondeggianti (non tagliarle di lungo dal picciolo in giù quindi, ma a rondelle in senso orizzontale). Togliamo il torsolo dalle nostre fettine di pera e mettiamole a cuocere in una padella antiaderente con un cucchiaio di zucchero di canna e mezzo bicchiere di vino bianco secco. Facciamo cuocere finchè non saranno caramellate bene.

    Nel frattempo che le pere cuociono, tritiamo grossolanamente le nostre noci e in un padellino antiaderente le facciamo tostare qualche minuto e le mettiamo da parte.

    Prendiamo un’altro pentolino e facciamo scaldare un po’ di latte fino a bollore. Spegniamo il fornello e facciamo sciogliere dentro il parmigiano grattugiato. Mescoliamo fino a che non diventa una crema liscia e omogenea.

    Prendiamo un’altro pentolino con dell’acqua. Portiamo quasi a bollore e facciamo il nostro uovo pochè. Io per farlo uso la pellicola. Prendo un quadrato di pellicola per alimenti, la spennello con un filo d’olio, la sistemo dentro una tazzina e al centro rompo l’uovo (che dev’essere freschissimo perchè venga bene). Chiudo la pellicola attorno all’uovo, facendo in modo che non si apra e getto l’uovo nell’acqua bollente e calcolo 4 minuti di cottura. Il tuorlo deve rimanere liquido all’interno, mentre l’albume si deve coagulare intorno al tuorlo e cuocere bene. Togliamo delicatamente l’uovo dall’acqua e ancora più delicatamente togliamo la pellicola.

    Prepariamo il nostro piatto mettendo come base la fonduta, sopra adagiamo qualche fettina di pera caramellata al vino bianco, sopra ancora adagiamo il nostro uovo pochè e spolveriamo con una buona dose di noci tritate e fleur de sal. Buon appetito.

Precedente Torta alla nutella e cocco Successivo Crostata di patate con mozzarelle e wurstel

Lascia un commento