Brownies al cioccolato al latte e nocciole

Ci sono dolci cui io sono proprio impossibilitata a resistere. Tra questi sicuramente annovero i brownies al cioccolato al latte e nocciole, che mi fanno letteralmente impazzire. In realtà i brownies in genere si fanno col cioccolato amaro, ma la loro versione al latte io la preferisco di gran lunga. L’ho scoperta qualche anno fa facendo le dovute ricerche per poter smaltire le uova di Pasqua.

I brownies sono dei dolcetti tipici della pasticceria americana, che prendono il nome dal loro colore scuro (brown in inglese), nati a fine Ottocento probabilmente a Chicago. Si tratta di una torta realizzata col cioccolato (in genere fondente, ma ci sono anche le versioni al latte come nel mio caso o col cioccolato bianco), farina, burro, zucchero e nocciole o altra frutta secca. In realtà in giro si trovano infinite varianti di questo dolce, con frutta di ogni tipo e aromatizzazioni varie. La caratteristica principale è che una volta cotta poi la base viene divisa in quadrotti, che possono essere glassati o meno, e poi così serviti.

  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 25 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 1 teglia 20×20
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Cioccolato al latte 200 g
  • Burro 80 g
  • Farina 00 100 g
  • Zucchero di canna 100 g
  • Cacao amaro in polvere 20 g
  • Uova 2
  • Nocciole 100 g

Preparazione

  1. Per prima cosa sciogliamo il cioccolato al latte insieme al burro a bagnomaria oppure nel microonde. A parte in’ampia ciotola misceliamo la farina con lo zucchero di canna e il cacao amaro

    Uniamo il ciocolato fuso alle polveri e mescoliamo bene con una spatola. Aggiungiamo ora le uova precedentemente sbattute un pochino con una forchetta e facciamole assorbire bene dall’impasto. Aggiungiamo infine le nocciole in parte intere e in parte tritate grossolanamente.

    Versiamo l’impasto in una teglia quadrata 20×20 rivestita di carta forno. Livelliamo bene con la spatola e mettiamo in forno preriscaldato a 180° per 20-25 minuti. L’interno dei brownies deve rimanere umido, quindi se superate i 25 minuti la base tenderà ad asciugarsi e rinsecchirsi troppo.

    Aspettate che la base dei brownies si freddi bene, rovesciatela su un piatto e staccate la carta forno. A questo punto potrete tranquillamente tagliarla a quadrotti come tipico dei brownies. Buon appettito.

Note

Precedente Frittelline di grana padano gustose e croccanti Successivo Cinghiale al vino rosso e olive nere su letto di civraxu

Lascia un commento