Crea sito

Pinolate Pasticcini Liguri

Pinolate Pasticcini Liguri. Le pinolate, o pignolate, sono dei pasticcini tipici della tradizione ligure e genovese. Oggi ve li propongo seguendo la ricetta originale che prevede un impasto di mandorle tritate, albumi e zucchero. L’impasto, diviso in palline (a mano o con sac a poche), viene passato nei pinoli e cotto al forno.
Esistono numerose varianti di questa ricetta, sinceramente non so quale sia la più autentica, le ho provate un po’ tutte e questa che vi propongo è la mia preferita! C’è chi aggiunge un pizzico di lievito nell’impasto, chi monta gli albumi (chi a neve ferma, chi semi montati), chi li spennella con il tuorlo per farli colorire. Un tempo si usavano anche le armelline (o mandorle amare, che in realtà sono i noccioli delle albicocche). La mia versione è molto veloce infatti è sufficiente frullare le mandorle pelate, lo zucchero (oppure usare direttamente quello a velo), aggiungere gli albumi e mescolare il tutto. E’ fondamentale fare riposare l’impasto per almeno un’ora in frigo, altrimenti otterrete dei biscotti deformi.
Una delle caratteristiche di questi pasticcini è che non contengono farina e questo li rende adatti anche a chi è intollerante al glutine. Inoltre sono anche senza grassi grazie all’olio contenuto naturalmente nelle mandorle che li rende fragranti per diversi giorni.
I lettori più attenti avranno notato che i pinoli che ho utilizzato non sono quelli liguri infatti sono più piccolini. Vi assicuro però che sono ottimi e molto profumati! Me li fornisce sempre un’azienda con cui collaboro e mi trovo benissimo! Sono anche certificati bio. Vediamo insieme come preparare le Pinolate Pasticcini Liguri.

Pinolate Pasticcini Liguri
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni15 biscotti
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

  • 150 gmandorle pelate
  • 150 gzucchero
  • 1albume
  • 150 gpinoli

Strumenti

  • Frullatore / Mixer
  • Ciotola
  • Leccarda
  • Carta forno
  • Sac a poche con beccuccio liscio (POTETE ANCHE NON USARLA)

Preparazione

  1. Pinolate Pasticcini Liguri

    Mettete nel mixer le mandorle e frullate fino ad ottenere una consistenza farinosa. Trasferite la farina ottenuta in una ciotola.

  2. Adesso, sempre nel frullatore/mixer, frullate lo zucchero semolato fino ad ottenere una consistenza quasi a velo.

  3. Trasferite lo zucchero nella ciotola con le mandorle e mescolate bene. Aggiungete un albume (non montato).

  4. Mescolate bene prima con una spatola poi lavorate con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo e un po’ appiccicoso.

  5. Coprite con pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno un’ora.

  6. A questo punto rivestite con carta forno la leccarda. Trascorso il tempo di riposo dividete l’impasto in palline grandi come una noce (potete farle sia a mano che con la sac a poche). Devono essere ben distanziati perché in cottura tenderanno ad aumentare di volume.

  7. Decorate le palline con i pinoli, premendo leggermente con la mano per farli aderire bene.

  8. Infornate in forno statico preriscaldato a 160°C per circa 15/20 minuti. Le pinolate non devono essere troppo dorate.

  9. Una volta sfornate, lasciate raffreddare le pignolate molto bene prima di toglierle dalla placca.

Note e Consigli

Le pinolate si conservano una decina di giorni in un contenitore ermetico ben chiuso.

Potete aggiungere un pizzico di lievito per dolci (o cremor tartaro).

Potete aggiungere una goccia di essenza di mandorle amare.

SEGUIMI SUI SOCIAL ❤️👍🏻

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da daniele, DaniCucina

DANICUCINA. Ricette semplici, gustose e leggere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.