Torta pasqualina

Torta pasqualina

Non manca tanto alla Pasqua, che ne dite di iniziare a pensare al pranzo? Poi oggi inizia la primavera, quale modo migliore di celebrarla se non con una torta pasqualina che ci fa pensare alle belle scampagnate che, spero vivissimamente, torneremo presto a fare!
Piace a grandi e piccini e, appunto, è un facile modo per far mangiare le verdure anche ai più piccoli a cui non piacciono tanto le ‘cose verdi’!! 😀

Torta pasqualina
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo2 Ore
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • CucinaItaliana

Ingredienti per una tortiera di 26 cm di diametro

per l’impasto con lievito madre

  • 450 gfarina 0
  • 260 gacqua
  • 140 gpasta madre
  • 50 golio extravergine d’oliva
  • 15 gsale
  • 1 cucchiainozucchero

per l’impasto con lievito di birra

  • 550 gfarina 0
  • 310 gacqua
  • 8 glievito di birra fresco
  • 50 golio extravergine d’oliva
  • 15 gsale fino
  • 1 cucchiainozucchero

per il ripieno

  • 1 kgspinaci crudi (oppure 500 g di quelli congelati)
  • 300 gricotta
  • 1 cucchiaioparmigiano Reggiano DOP (grattugiato)
  • 4uova
  • q.b.sale
  • q.b.pepe bianco
  • 20 gburro
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva

Prepariamo la torta pasqualina

Iniziamo con l’impasto con la pasta madre

  1. Iniziamo preparando l’impasto: in una ciotola sciogliamo la pasta madre con l’acqua e il cucchiaino di zucchero, aggiungiamo poi la farina, il sale e l’olio. Impastiamo bene! Il nostro impasto sarà facilmente lavorabile e molto elastico. Ora mettiamo a lievitare fino al raddoppio, a me ci sono volute 4-5 ore.

Impastiamo con il lievito di birra

  1. Se utilizzate il lievito di birra fresco disponete la farina a fontana sulla spianatoia, o se preferite lavorate in ciotola. Al centro fate spazio per l’acqua e scioglietevi il lievito di birra e lo zucchero. Versate l’olio sempre al centro, mentre il sale mettetelo in un punto del bordo esterno della fontana di farina così non entrerà in contatto con il lievito prima che si attivi.

    Impastate per bene e, quando otterremo un impasto elastico e facilmente lavorabile, mettiamolo a lievitare fino al raddoppio. Ci vorranno 2-3 ore a seconda della temperatura dell’ambiente.

Prepariamo il ripieno per la torta pasqualina

  1. Mentre l’impasto lievita, prepariamo il ripieno per la nostra torta.

    Se utilizzate gli spinaci freschi, puliteli e lavateli per bene.

    Se utilizzate gli spinaci congelati, sbollentateli e scolateli.

    In una padella capiente mettiamo a riscaldare il burro e l’olio insieme e, poi, aggiungiamo gli spinaci crudi o precedentemente sbollentati e scolati.

    Aggiustiamo di sale e pepe e mescoliamo fino a che non saranno ben rosolati.

    Poco prima di spegnere aggiungiamo la ricotta e lasciamo cuocere giusto il tempo che sarà necessario a far evaporare il liquido della ricotta.

    Spegniamo il fuoco e lasciamo raffreddare.

Componiamo la nostra torta pasqualina

  1. Torta pasqualina

    Riprendiamo l’impasto e dividiamolo a metà: una delle due metà dovrà essere un po’ più grande dell’altra.

    Stendiamo la metà più grande in una sfoglia di poco meno di 1 cm di spessore e foderiamo una tortiera precedentemente oliata.

    Prendiamo il ripieno di spinaci e ricotta e aggiungiamo il formaggio grattugiato. Mescoliamo per bene e, poi, versiamo il ripieno all’interno della tortiera foderata con la pasta.

    Con un cucchiaio realizziamo quattro fossete nel ripieno che saranno la ‘casetta’ delle uova, caratteristiche della torta pasqualina.

    Uno alla volta rompiamo le quattro uova in una ciotolina a parte e versiamole ognuna in una fossetta.

  2. Torta pasqualina

    Ora stendiamo l’altra metà di impasto sottile come la precedente e ricopriamo gli spinaci. Rifiliamo i bordi e spennelliamo la superficie con un filo di olio evo.

    Inforniamo in forno già caldo a 180 ° per circa 30-35 minuti, fino a che il fondo e la parte sopra non saranno ben dorati!

Provate a creare anche voi il lievito madre!

Se volete provare anche voi a creare il lievito madre, qui trovate tutte le indicazioni necessarie per crearlo e curarlo nel tempo!

Alternativa!!!

Potreste preparare delle mini tortine pasqualine monoporzione da utilizzare come segnaposto per il pranzo di Pasqua!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da dalfuocoaifornelli

Mi chiamo Patrizia! Con questo blog unisco le mie passioni: la cucina e la storia! Sono un'archeologa cuciniera, mi diverto a riproporre, tra le altre, ricette antiche da poter sfornare in cucine moderne!!