Crostata di patate ripiena di funghi e scamorza

Crostata di patate ripiena

Ho pensato alla ricetta della crostata di patate ripiena di funghi e scamorza qualche tempo fa, dopo aver preparato il rotolo di patate ripieno. Mentre preparavo il rotolo pensavo che con un impasto simile, un po’ più morbido, avrei potuto preparare una sfiziosa crostata di patate.
Il procedimento è molto semplice, vedrete! Io ho deciso di riempire la crostata con funghi e scamorza, ma ovviamente potete utilizzare anche altri ingredienti!
Basterà avere a disposizione una sac a poche e uno stampo da crostata – io ne ho utilizzato uno da 20 cm di diametro.
Vediamo come preparare la crostata di patate ripiena di funghi e scamorza.

Se vi piacciono le ricette con i funghi, vi consiglio di provare anche:

Crostata di patate ripiena
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno

Ingredienti per una crostata di 20 cm di diametro

400 g patate
80 g farina 00
70 g parmigiano grattugiato
40 g pane grattugiato
2 uova
1 cucchiaino sale fino
q.b. pepe

Per il ripieno

400 g funghi cardoncelli
200 g scamorza
Qualche ciuffo prezzemolo
2 spicchi aglio
3 cucchiai olio extravergine d’oliva
2 pizzichi sale fino

Strumenti

Passaverdure
oppure Schiacciapatate
Ciotola

Passaggi

Iniziamo a preparare la crostata di patate dal ripieno. Puliamo e sciacquiamo velocemente i funghi, tagliamoli a fettine e mettiamoli in padella insieme all’olio evo, ai due spicchi d’aglio e al prezzemolo tritato.
Accendiamo il fuoco a fiamma media e lasciamo cuocere i funghi. Dopo un paio di minuti aggiungiamo il sale e il pepe.
Mescoliamo i funghi di tanto in tanto e lasciamo cuocere per una decina di minuti, fino a quando si sarà consumata tutta l’acqua prodotta dalla cottura dei funghi.
Quindi spegniamo il fuoco e lasciamo intiepidire.

Saltiamo i funghi in padella

Mentre i funghi cuociono puliamo le patate da crude, tagliamole a pezzi e mettiamole in un pentolino. Riempiamolo di acqua fino a coprire bene le patate e mettiamo anche questo pentolino sul fuoco.
Trascorsi 10-15 minuti dall’ebollizione le patate dovrebbero essere cotte: se punzecchiandole con la forchetta risultano morbide, scolatele.
Passiamo le patate al passaverdure o schiacciamole con lo schiacciapatate. Mettiamo le patate schiacciate in una ciotola insieme agli altri ingredienti: aggiungiamo quindi la farina, il parmigiano e il pane grattugiati e le uova; aggiustiamo di sale e pepe e amalgamiamo bene tutti gli ingredienti.

Adesso possiamo preparare la crostata di patate. Mettiamo l’impasto di patate in una sac-a-poche con bocchetta liscia e distribuiamone uno strato di 1 cm più o meno all’interno dello stampo da crostata leggermente unto. Prima sul fondo, poi facciamo un giro di impasto anche sul bordo.
Adesso, aiutandoci con un cucchiaio o con una spatola, lisciamo l’impasto che abbiamo messo in teglia.
Versiamo quindi i funghi e la scamorza a cubetti e decoriamo la crostata con l’impasto rimasto facendo delle strisce trasversali. Cospargiamo la superficie con un po’ di pane grattugiato e inforniamo in forno già caldo a 190° per 20 minuti.

Consigli

La crostata di patate ripiena di funghi e scamorza è stata un successone.
Ho realizzato una versione vegetariana, ma ovviamente, se preferite, potreste aggiungere salsiccia o prosciutto. Oppure potreste modificare il ripieno e utilizzare altre verdure o un formaggio diverso dalla scamorza.
Vi consiglio di servire la crostata di patate calda, ma se la preparate il giorno prima, riscaldatela semplicemente, sarà ancora più buona.

Se avete domandecuriosità o consigli contattatemi pure qui sotto oppure su Facebook  o Instagram!
Crostata di patate ripiena

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da dalfuocoaifornelli

Mi chiamo Patrizia! Con questo blog unisco le mie passioni: la cucina e la storia! Sono un'archeologa cuciniera, mi diverto a riproporre, tra le altre, ricette antiche da poter sfornare in cucine moderne!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.