Brioche col tuppo

Brioche col tuppo

Quando andavo alle elementari ogni tanto, quando eravamo di fretta, mia madre mi portava a prendere la merenda al bar vicino scuola e prendevo sempre una sofficissima brioche col tuppo. Riesco ancora a ricordarne il sapore! Da quando ho iniziato a studiare qualcosa in più sui lievitati, ho cercato di riprodurne la ricetta e, prova dopo prova, brioche dopo brioche, ho trovato la ricetta giusta.
Come tutte le preparazioni lievitate a me piace che abbiano dei tempi di lievitazione medio-lunghi, sia che si tratti di pane morbido o di un pane semplice o ancora di una focaccia; questo mi permette innanzitutto di ottenere un prodotto più buono, più soffice e più duraturo nel tempo; inoltre, mentre l’impasto lievita io posso dedicarmi ad altre faccende, perchè il tempo per fare tutto non basta mai!!
La ricetta è semplice, richiede solo un po’ di manualità e di lavoro, soprattutto se impastate a mano.
Vediamo come preparare le mie brioche col tuppo.

Se vi piace preparare dolci lievitati, vi suggerisco di provare queste ricette:

Brioche col tuppo
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni7
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti per 7 brioche da 140 g

500 g farina Manitoba (o per brioche – 320-340 W)
100 g zucchero di canna
100 g burro (morbido)
8 g sale
8 g lievito di birra fresco
200 g latte
2 uova
1 cucchiaio estratto di vaniglia (oppure i semi di una bacca)

Per rifinire

1 uovo
2 cucchiai latte

Strumenti

– questo articolo contiene link di affiliazione –

Passaggi

Nella ciotola della planetaria con il gancio a foglia, quello piatto, o se impastate a mano in una ciotola capiente, versiamo la farina e il latte. Sbricioliamo all’interno della ciotola anche il lievito di birra e avviamo la macchina a bassa velocità per far sciogliere il lievito e per far idratare la farina.

Aggiungiamo quindi le uova e ricominciamo ad impastare; quando sono state assorbite dall’impasto aggiungiamo lo zucchero e per ultimo il sale fino.

Impastiamo ancora per far assorbire gli ingredienti. Versiamo quindi l’estratto di vaniglia e quando l’impasto è compatto e abbastanza omogeneo, aggiungiamo due o tre cubetti di burro morbido alla volta. Facciamo incorporare bene il burro prima di aggiungerne altro. Esaurito il burro e quando è del tutto amalgamato, sostituiamo la foglia con il gancio. Adesso continuiamo ad impastare fino a quando l’impasto avrà una bella corda, sarà elastico, lucido e, benchè morbido, non si appiccicherà più alle dita o si staccherà bene dalle pareti.

Adesso spolveriamo con un po’ di farina la spianatoia e rovesciamovi l’impasto. Lavoriamolo velocemente per appallottolarlo, poi, aiutandoci con un tarocco, facciamo roteare l’impasto sulla spianatoia. Questa operazione serve per ottenere una superficie liscia ed omogenea, che eviterà la fuoriuscita dei gas di lievitazione.
Mettiamo l’impasto in ciotola a lievitare. Dovrà raddoppiare, ci vorranno circa 3 ore, a seconda della temperatura che avete in casa.

Quando l’impasto è lievitato, rovesciamolo sulla spianatoia e dividiamolo in 7 pezzature da 100 g e 7 pezzature da 40 g.

Adesso prendiamo i pezzi da 100 g e portiamo i lembi esterni verso il centro; rovesciamo la pallina e facciamola roteare sotto la mano per arrotondarla ulteriormente. Procediamo così con tutte le pezzature maggiori. Facciamo poi la stessa cosa con le altre pezzature.

Adesso con un dito pratichiamo un foro al centro delle palline più grandi e allarghiamolo leggermente. Prendiamo poi le palline più piccole e pizzichiamo la parte inferiore dando loro una forma a goccia, o a pera. Infiliamo la punta delle palline piccole sulla base della brioche e mettiamo in teglia a lievitare.
Anche in questo caso dovranno raddoppiare il loro volume, a me sono servite due ore, ma, anche qui, dipende dalla temperatura che avete in casa.

Quando le brioche col tuppo hanno raddoppiato il loro volume, accendiamo il forno ventilato a 190°. Mentre il forno arriva a temperatura, in una ciotola battiamo l’uovo con il latte e spennelliamo la superficie delle brioche col tuppo delicatamente.
Inforniamo per 13-15 minuti, sforniamo quando le brioche col tuppo sotto sono ben cotte e sopra risulteranno dorate.

Consigli

A me piacciono molto le lente lievitazioni, ma se voi volete andar più velocemente, aumentate la quantità di lievito.
Per avere un aroma diverso potreste aggiungere buccia di limone o di arancia, o anche un paio di cucchiai di limoncello.
Alle volte preparo dose doppia di brioche col tuppo e poi le congelo. A colazione basterà riscaldarle un pochino e sembreranno appena sfornate!
Se volete preparare delle brioche col tuppo più piccole, basterà fare le pezzature più piccole, ricordatevi però che diminuirà anche il tempo di cottura.

Se avete domande curiosità contattatemi pure qui sotto oppure su Facebook  o Instagram!
Brioche col tuppo_Brioche col tuppo

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da dalfuocoaifornelli

Mi chiamo Patrizia! Con questo blog unisco le mie passioni: la cucina e la storia! Sono un'archeologa cuciniera, mi diverto a riproporre, tra le altre, ricette antiche da poter sfornare in cucine moderne!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.