Pasta e patate

pasta e patate

Si sa, in settimana è difficile preparare dei pranzi elaboratissimi. Il tempo è poco e siamo sempre tutti di corsa, ma non per questo ci si deve accontentare!! Pasta e patate: un piatto della tradizione povera, che a me piace tantissimo, sarà per la cremina data dalle patate unita al sapore gustoso del pomodorino fresco, non lo so, ma proprio la sua semplicità lo rende, per me, un piatto speciale!

Ecco come lo preparo io:

per quattro persone
270 g di maccheroni
3 patate di medie dimensioni
300 g di pomodorini
20 g di burro
10 g di olio evo
parmigiano grattugiato qb
sale qb
un cucchiaino di zucchero di canna
un quarto di cipolla

Mettiamo sul fuoco una bella pentola capiente con abbondante acqua salata. Sbucciamo e tagliamo le patate a cubetti non troppo piccoli e mettiamoli nell’acqua.

Tagliamo i pomodorini a metà e, poi, finemente la cipolla. In padella facciamo sciogliere il burro e l’olio insieme; aggiungiamo la cipolla e lasciamola rosolare leggermente. Quando la cipolla è ben colorita (non bruciata!!) aggiungiamo i pomodorini e il cucchiaino di zucchero di canna.

Lasciamo cuocere per qualche minuto, poi aggiungiamo un mezzo bicchiere d’acqua e il sale. Facciamo cuocere per una decina di minuti: il sughino non deve restringersi troppo.

Quando l’acqua bolle, lasciamo cuocere per cinque minuti i cubetti di patata, poi aggiungiamo la pasta. Scoliamo due minuti prima che termini la cottura, in modo da ultimarla in padella (conservando un po’ dell’acqua di cottura, casomai ce ne fosse bisogno) e versiamo pasta e patate nella padella con i pomodorini. Lasciamo ultimare la cottura e, se il sughino si restringe troppo, aggiungete un po’ di acqua di cottura che renderà ancor più cremoso il tutto.

Servite caldi con una spolverata di parmigiano, se vi piace, e buon appetito!! 🙂
Vi aspetto anche su instagram qui o su facebook qui!! A presto

Pubblicato da dalfuocoaifornelli

Mi chiamo Patrizia! Con questo blog unisco le mie passioni: la cucina e la storia! Sono un'archeologa cuciniera, mi diverto a riproporre, tra le altre, ricette antiche da poter sfornare in cucine moderne!!