Brasato al vino rosso.

Brasato al vino rosso.

A malapena so che è quasi Natale. Avrei voluto proporre tantissime ricette da provare nei giorni di festa con i propri cari. Invece poi, pare proprio che la vita non sia una favola e non è Natale per tutti nello stesso momento. Non voglio tediarvi con le mie difficoltà perchè invece per voi è proprio Natale ed allora non lo farò. Vi racconto solo che mentre scrivo il post allungo costantemente un occhio al cancello d’ingresso. Aspetto il costruttore e l’idraulico che vengano a vedere e risolvere quanto accaduto stanotte. E già perchè mentre dormivamo , abbiamo sentito un gran scroscio d’acqua come se piovesse a non finire. Il cielo invece era terso e stellato. Coordinati un pò i riflessi, abbiamo fatto un giro per casa…un tubo dell’acqua adiacente alla caldaia si è rotto o forse staccato! e l’acqua scendeva a fiotti.

Pavimento allagato, senza acqua e senza caldaia quindi diciamo…freddino! Vediamo cosa inventano visto che la casa ha solo quattro anni…magari mi raccontano una favola di Natale.

Vi propongo questa ricetta fatta ieri sera , buonissima. Semplice perchè a parte un pò di tempo per la cottura si fa da sè e la casa si profuma di un odore meraviglioso che scalda il cuore e la pancia! Se festeggiate un’occasione importante, usate una bella bottiglia di Barolo. Nel mio caso, era solo vino rosso dei Castelli romani.

brasato al vino rosso 002

Cosa serve:

  • 1 Kg circa di tenerone di manzo (io avevo il taglio di spalla)
  • 2 spicchi d’aglio
  • 1 cipolla grossa
  • 2 carote
  • 1 gambo di sedano
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 foglie d’alloro
  • 3 chiodi di garofano
  • 1 litro di vino rosso
  • 60 g olio evo
  • sale
  • pepe

Ho fatto così:

Far rosolare la carne nell’olio. Aggiungere il rosmarino, l’alloro, l’aglio, la cipolla ed il sedano tagliati a pazzetti, quindi i chiodi di garofano. Salare e pepare. Quando le verdure risultano appassite aggingere il vino. Incoperchiare e far cuocere lentamente un paio d’ore e poco più , girando di tanto in tanto. A fine cottura tagliare la carne a fette e frullare il sughetto che useremo per servirla.

Se la mia proposta vi è piaciuta, cliccate qui.

Potete vedere anche arista agli agrumi e pepe rosa.

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Risotto con zucca e salsiccia Successivo Bombette con ripieno goloso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.