Crea sito

Cucino, mangio e godo

Cucino, mangio e godo

Tartare di Salmone marinato agli agrumi su Vellutata di topinambur

Se volete stupire i vostri ospiti con un entrée delicato dai profumi mediterranei, vi suggerisco questa vellutata di topinambur che accompagna una tartare di salmone marinato agli agrumi. Tutte le volte che la servo ai miei ospiti il successo è assicurato!

  • CucinaItaliana

Ingredienti

Ingredienti per 8 persone:

Per la Vellutata di Topinambur

  • 900 gTopinambur
  • 1cipolla
  • 50 gBurro
  • 750 mlBrodo vegetale
  • Sale
  • Pepe
  • 1patata

Per la Tartare di Salmone marinata agli agrumi

  • 550 gFiletto di salmone
  • 200 gsale rosa
  • 250 gZucchero di canna
  • Scorza di limone
  • Scorza d’arancia
  • zenzero fresco grattugiato
  • Pepe rosa in grani

Per decorazione

  • Semi di papavero (o semi di sesamo)

Preparazione



  1. Per la VELLUTATA DI TOPINAMBUR:

    Saltare la cipolla in padella con il burro (attendete prima che il burro si sciolga poi aggiungete la cipolla tritata). Nel frattempo che si dora tagliate il topinambur e la patata a dadini e poi fatelo rosolare per 5 minuti con la cipolla. Aggiungete il brodo vegetale precedentemente preparato (acqua con 2 carote, 1 cipolla, 1 gamba di sedano, sale), abbassate la fiamma e proseguite la cottura per 40/50 minuti.

    Trascorso il tempo frullate il tutto e verificate che si sia creata un’emulsione liscia e vellutata. Regolate di sale e pepe e lasciate raffreddare.

    La vellutata va servita a temperatura ambiente o leggermente tiepida.

  2. Per la TARTARE DI SALMONE MARINATA AGLI AGRUMI:

    Quando comprate il salmone fresco, ricordatevi di congelarlo se volete mangiarlo a crudo, questo in quanto il salmone potrebbe avere il parassita ANISAKIS, molto pericoloso per l’uomo.

    Fatta questa premessa, prendete ora il filetto di salmone, a cui avrete tolto le lische e la pelle, e ponetelo in una pirofila abbastanza grande da contenere il filetto (o i filetti) con relativo sale e zucchero.

    Preparate la marinatura mescolando il sale rosa, lo zucchero di canna, limone, arancia e zenzero grattugiato. Se volete aggiungere anche qualche chiodo di garofano, questo conferirà una nota pungente e speziata alla vostra marinatura (la suggerisco).

    Ponete metà di questa marinatura sulla base della pirofila e poi posizionate i filetti di salmone e copriteli con il resto della marinatura. Lasciate marinare per circa 12 ore.

    Trascorse le 12 ore risciacquate il o i filetti sotto l’acqua corrente e asciugate con carta assorbente.

    Riducete i filetti a tartare con un coltello ben affilato. Condite con un filo d’olio extra vergine di oliva (uno delicato come quello del Garda o quello genovese). Preparate delle palline di tartare di salmone.

  3. COMPOSIZIONE DEL PIATTO:

    Prendete delle ciotoline trasparenti e versate in ognuna la vellutata di topinambur e posizionateci sopra la tartare di salmone. Completate il piatto con dei semi di sesamo o di papavero.

/ 5
Grazie per aver votato!