Crea sito

Gnocchi di patate al guanciale e pomodori

Gli gnocchi di patate al guanciale e pomodori sono un gustoso primo piatto che ci riporta immediatamente all’infanzia, ai momenti in cui durante il pranzo della domenica si attendeva l’ingresso della ciotola fumante colma di gnocchi conditi con il ragù napoletano, gnocchi di cui tutte noi eravamo state un poco parte in causa alla realizzazione: chi si era occupata di schiacciare le patate, chi di creare con l’impasto i bastoncini dalla forma cilindrica, chi li aveva tagliati e soprattutto chi rigava gli gnocchi con l’apposito strumento! Era quello uno dei momenti più elettrizzanti della nostra domenica mattina in cucina: manine infarinate, chiacchericcio di sottofondo e i consigli della nonna su come imprimere con delicatezza i segni rigati sugli gnocchi (ovviamente le aspiranti cuoche erano tante e per fare contente tutte quante si utilizzavano anche i semplici rebbi delle forchette). Di questi ricordi ogni tanto riaffiorano alla mente quando mi ricapita di lavorare a questa ricetta di famiglia, che rappresenta ormai un grande classico da fare per le domeniche a pranzo e che tutti apprezzano e assaporano con gusto!

Ti potrebbero interessare anche:
ricette con le patate.
ricette della nonna.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gpatate rosse (vecchie)
  • 300 gfarina 00
  • 1 pizzicosale
  • 4cipollotti freschi
  • 70 gguanciale
  • 1 cucchiaioolio extravergine d’oliva
  • 1 ciuffobasilico
  • 600 gpolpa di pomodoro

Strumenti

  • 1 Schiacciapatate
  • 1 Rigagnocchi
  • 1 Padella Antiaderente Madame Petravera Aeternum.

Preparazione degli gnocchi di patate al guanciale e pomodori

La ricetta degli gnocchi di patate al guanciale e pomodori è molto semplice da realizzare; prima di farli però un paio di consigli fondamentali per la riuscita del piatto.
Innanzitutto le patate da utilizzare devono essere “vecchie”, in modo da assorbire meno farina durante la lavorazione; inoltre la lessatura delle patate deve avvenire in modo dolce, per garantire che la buccia non si spacchi in cottura e quindi per evitare che le patate assorbino troppa acqua. In ultimo, lavorate l’impasto con le patate schiacciate e tiepide appena, e lavoratelo velocemente, altrimenti diventa meno morbido.
Detto ciò procediamo con la ricetta spiegata punto per punto. Iniziate ovviamente dalle patate: lessatele con tutta la buccia in acqua fredda e non salata. Una volta cotte (dopo circa 25 minuti) pelatele e schiacciatele con l’ausilio dello schiacciapatate e fatele raffreddare.
Nel frattempo che le patate si intiepidiscono iniziate con il preparare il sughetto con cui condirete gli gnocchi. In una larga padella fate rosolare in un filo d’olio i cipollotti freschi affettati molto sottili poi aggiungete il guanciale. Una volta che si sono almagamati tra loro cipollotti e guanciale aggiungete la polpa di pomodoro e regolate di sale. Fate cuocere il sugo a fiamma moderata con un coperchio accostato per circa venti minuti, e nel caso si stringesse troppo il sughetto aggiungete mezzo biscchiere scarso di acqua.
Adesso che le patate sono ormai fredde, passate alla preparazione degli gnocchi. Unite in una capiente ciotola le patate alla farina con una presa di sale. Impastate velocemente fino a che le patate assorbono tutta la farina, ottenendo un impasto morbido, liscio e non appiccicoso. Fomate un panetto e trasferitelo su un piano di lavoro infarinato. A questo punto prcedete con il formare con un mattarello un disco alto circa 2 cm di spessore. Con un coltello poi tagliate questo disco in tante strisce larghe circa 1 cm e mezzo, a cui poi darete con le mani prima una forma arrotondata e via via taglierete a tocchetti. Adesso non resta che dare forma ai vostri gnocchi passandoli sull’apposito attrezzo per rigarli; successivamente li trasferite su un cannovaccio infarinato, prima della loro cottura.
  1. Adesso in una pentola abbastanza capiente portate a ebollizione abbondante acqua salata, tuffatevi gli gnocchi e nel giro di pochissimi minuti saliranno a galla. Non resta che trasferirli nella padella – assolutamente senza scolarli ma sollevandoli con una ramina (o mestolo forato) – con il sugo pronto. Prima di servire fateli ben insaporire a fiamma vivace, profumando con il basilico fresco, e se lo gradite anche con una spolverata di formaggio grattugiato. Servite i vostri gnocchi al guanciale e pomodori caldissimi. Buon appetito!

Conservazione e consigli sul riutilizzo

Gli gnocchi si conservano in frigo per un giorno al massimo e quando avanzano un paio di porzioni, possono essere riproposti successivamente, avendo cura di cospargerli di pangrattato e formaggio grattugiato, e poi fatti gratinare in forno.

Per restare aggiornato sulle ultime ricette e novità puoi mettere se ti fa piacere un LIKE alla pagina ufficiale  del blog su FACEBOOK

Puoi continuare a seguire il blog anche tramite Pinterest e Instagram

e ti aspetto anche sul gruppo facebook del blog dove troverai le ricette anche di altri foodblogger!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.