Food trend 2017: dal colore viola allo Street food etnico

Food trend 2017: dal colore viola allo Street food etnico. Le nuove tendenze gastronomiche previste per il 2017 ormai iniziato provengono puntuali proprio dagli Stati Uniti che in quanto a mode non sbagliano quasi mai. Allora scopriamo nel dettaglio quali e quante novità a stelle e strisce sono pronte a finire anche sulla nostra tavola?

food trend 2017: dal colore viola allo Street food etnico
food trend 2017: dal colore viola allo Street food etnico

Food trend 2017: dal colore viola allo Street food etnico

  • Americani in viola: la tendenza gastronomica di questo 2017 appena iniziato si colora di viola, come il cavolfiore violetto , ma anche di asparagi,  patate viola e di mirtilli. Sarà infatti considerato un vero super food il cavolfiore viola perché ricco di numerose proprietà per il benessere del nostro organismo, ricco cioè di antiossidanti e di antociani che proteggono dalle infiammazioni, dal rischio tumore e Alzhaimer, fornendo anche un buon apporto di vitamine A, C, potassio e calcio.
  • Carne e non carne : oltre al cibo di colore viola, le verdure saranno di tendenza anche per quanto riguarda la nascita di vere e proprie macellerie vegetariane, per fare il pieno di alimenti proteici che nel gusto e nella forma ricordano le preparazioni dei vari tagli di carne ma ne sono completamente privi. D’altra parte avremo anche la tendenza a veder proposti nei menu altri tagli di carne, magari più poveri come zampe di gallina, orecchie di maiale, lingua e coda, la carne che in genere a Roma viene detta del quinto quarto.
  • Home food & home made. Questa nuova tendenza alimentare si spiega inserita in un contesto sociale più ampio che vuole valorizzare il cibo quando è completamente anti-spreco quindi un byproduct inteso come prodotto di uno scarto. E su questa onda della valorizzazione degli alimenti, anche i prodotti rigorosamente home made la faranno da padrone: spazio quindi alle produzioni casalinghe, all’orto in casa, ai ristoranti con bottega annessa – che siano fattorie o rivendite di prodotti ittici.
  • All in a bowl. Anche la moda di mangiare tutto in una ciotola, si farà strada: piatti unici a base di cereali legumi da mescolare insieme e consumare in una ciotola capiente, come  la Buddha Bowl che propone il sito Goop di Gwyneth Paltrow.
  • Sapori nord africani. Se l’anno passato protagonista speziata è stata la curcuma, questo 2017 vede nell’ harissa – il condimento tipico del Nord Africa soprattutto della Tunisia – il nuovo immancabile prodotto da tenere in dispensa: una salsa speziata a base di olio peperoncino rosso fresco e olio, che ha l’aspetto pastoso come quello del concentrato di pomodoro ma molto molto piccante.
  • Street fast food & etnico. Ancora Street food ma d’autore con nuove catene di ristorazione, come insegna lo chef Mark Ladner che a New York apre un fast food di sola pasta, il Pasta flyer appunto. Me anche la cucina del Medio oriente andrà di moda, soprattutto quella dei rifugiati siriani e afghani, non mancando tuttavia i sapori delle Filippine, mentre all’orizzonte si intravede anche un nuovo modo di cucinare fusion, unendo i vari sapori di tradizioni gastronomiche diverse (come la Nikkei la cucina che unisce i piatti peruviani a quelli giapponesi).
  • Dolci poco dolci. Anche sul lato dolce gli americani soprattutto loro,  che in genere preferiscono cupcakes e torte scenografiche e zuccheratissime, per questo 2017 vedranno un’inversione di marcia preferendo un nuovo food trend con dolci dal gusto tendenzialmente più salato, e confezionati dai maestri imbattibili di scuola francese. Anche il caffè subisce una trasformazione: il cold breeze coffee, non il solito caffè, ma quasi un distillato preparato a freddo e imbottigliato, che messo in frigo dura anche 3 giorni.
  • Servizi a domicilio e per bambini. Il 2017 vedrà anche un aumento dei servizi per cucinare a domicilio, nella creazione di kit pronti all’uso, con inseriti prodotti tipici e istruzioni per cucinare perfettamente le ricette, in modo da realizzare piatti da veri gourmet senza andare al ristorante. Ma anche per i più piccoli ci saranno delle linee di cucina dedicate, con menù gourmet ad hoc, proprio per educare il palato dei più piccini alla conoscenze di vecchi e nuovi sapori, per dire decisamente basta al solito hamburger con patate e bibita frizzante.

Insomma le novità sono tante, non resta che capire quali di queste a fine anno saranno state le più assaporate anche da noi!

Se ti è piaciuto questo articolo puoi commentare e condividerlo sui social e puoi continuare a seguire il blog anche sulla sua pagina facebook cliccando Mipiace in modo da restare sempre aggiornato su le ultime novità e ricette! 🙂

Precedente Pollo al pomodoro in padella Successivo Fusilli al ragù di bolognese e funghi