Rose dolci di pasta choux con crema di ricotta

Le rose dolci sono dei bignè giganti ripieni di crema di ricotta. Per prepararli ho usato lo stampo dei cupcake, altrimenti dopo che i dolci si sono raffreddati tagliate la calotta superiore e li riempiti con crema di ricotta.

Rose dolci di pasta choux con crema di ricotta

 Ingredienti:-

  • 4 uova biologiche
  • 250 ml di acqua
  • 100 grammi di burro
  • 150 grammi di farina 00 biologica
  • 1 cucchiaino di zucchero

Procedimento:-

  • Mettete l’acqua e il burro a pezzetti in una pentola, quando il burro si sarà sciolto e l’acqua comincia a bollire togliete il tegame dal fuoco e versate la farina e lo zucchero in una sola volta.
  • Iniziate a mescolare e rimettete la pentola sul fuoco, continuate finchè l’impasto si sarà appallottolato staccato  dalle pareti e sul fondo si sarà formata una patina.
  • Non appena l’impasto delle nostre rose dolci è tiepido unite le uova un per volta, non aggiungete l’altro finchè non s’incorpora bene il primo, usate le fruste elettriche al minimo.
  • Se avete lo stampo per cupcake imburratelo leggermente e versatevi 2 cucchiai scarsi di impasto, altrimenti usate la sac a poche con il beccuccio liscio e largo, oppure usate il cucchiaio.
  • Cuocete i bignè o rose dolci a 200 gradi per 15 minuti, poi altri 5 minuti a 170 gradi finchè non sono appena dorati, il tempo è indicativo perchè i forni non sono tutti uguali, sfornateli e fateli raffreddare.

Ingredienti per la crema di ricotta:-

  • 300 grammi di ricotta di pecora, ma va bene anche quella di mucca
  • 100 grammi di zucchero al velo
  • Cacao amaro per la superfice
  • 1 bustina di vanillina

Procedimento:-

  • Mescolate la ricotta e lo zucchero a velo prima con la forchetta poi con lo sbattitore elettrico al minimo per pochi minuti e ponete la crema in frigo.
  • Riempite le rose dolci con la crema di ricotta, poi spolverizzateli con il cacao amaro e teneteli in frigo 20 minuti prima di servirli.

 

Precedente Crostatine con mele e marmellata di albicocche Successivo Cipolla di Tropea pastorizzata, che rimane rossa

Lascia un commento