Catalogna, varietà di cicoria. Ricetta e consigli

La catalogna è una varietà di cicoria gigante, così la definisco io, che non dovrebbe mai mancare dalle nostre tavole. Contiene fosforo, calcio, vitamina A, inoltre è un antiossidante e lassativo naturale, anche se il suo sapore è leggermente amarognolo basta tenerla qualche minuto in acqua di cottura.

 

img_20170125_152604

Catalogna, varietà di cicoria. Ricetta e consigli

Ingredienti per 4 persone:-

  • 500 grammi di catalogna fresca
  • 1 spicchio di aglio grande oppure 2 piccoli
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • Peperoncino fresco o in polvere (se ci sono bambini toglietene una porzione lessa e condita con olio a crudo)
  • Sale, limone se piace

img_20170124_092133

Procedimento:-

  • Togliete le foglie sciupate, vi assicuro che ce ne son poche, tagliate 4 cm (2 dita) della parte alta dei gambi della catalogna e lavatela intera sotto il getto d’acqua del rubinetto.
  • Poi tagliatela in tre parti e lavatela in acqua e bicarbonato e sciacquatela altre 2 volte, di seguito tagliate a metà i pezzi larghi della parte alta, la catalogna cuocerà in modo omogeneo.
  • Riempite una pentola dai bordi alti con acqua fredda e immergeteci la verdura, incoperchiate e cuocete per 15 minuti da quando comincia a bollire.
  • Non aggiungete sale, a cottura ultimata mettete una ciotola sotto il colapasta e scolate la catalogna. Conservate il suo brodo quando sarà freddo annaffiateci le vostre piante..è un ottimo fertilizzante naturale!
  • In un tegame basso mettete l’olio e lo spicchio di aglio infilzato da uno stecchino SOLO, se volete continuare la cottura insieme alla catalogna, altrimenti toglietelo dopo la rosolatura.
  • Regolate di sale, unite il peperoncino e continuate la cottura a fuoco basso per altri 10 minuti. Se tagliuzzate la verdura a pezzettini dopo la cottura, potete condirci anche la pasta.
  • Ottimo contorno per qualsiasi tipo di carne o pesce, il suo sapore leggermente amarognolo e piccantino va a contrastare con il sapore dolce del secondo a cui viene abbinata.

 

Precedente Pasticcio di polenta al ragù, ricetta sfiziosa Successivo Farfalle di carnevale-senza uova ne burro

Lascia un commento