Cannoli normali…..e scomposti

I Cannoli sono i dolci siciliani più conosciuti nel mondo, si trovano nelle pasticcerie anche in estate, ora vi dò la ricetta e le foto passo passo anche dei cannoli scomposti…. provate a preparare anche le cialde dei cannoli.

DSCN4783

DSCN5315

Ingredienti per la cialda:
farina 250 gr;
– burro o strutto 25 gr;
– zucchero 25 gr;
– sale 2 gr (1 pizzico);
– cacao amaro 5 gr;
– marsala 30 ml;
– 1 cucchiaio di aceto bianco;
– 1 uovo.

Cannoli normali…..e scomposti

Ingredienti per guarnire:
pistacchi 100 gr;
– ciliege candite a piacere;
– zucchero al velo q.b.;
– 1 litro di olio di semi di arachidi per friggere.

Ingredienti per la crema:
ricotta di pecora 600 gr;
– zucchero al velo 200 gr;
– cioccolato fondente 50 gr;
– 2 bustine di vanillina.

Preparazione delle cialde dei cannoli.

Dopo aver impastato gli ingredienti per le cialde lasciate riposare l’impasto avvolto da pellicola per una notte in frigo.

Per preparare le cialde dei cannoli  procedete come da foto, con l’ausilio della macchina per la pasta, avendo cura di farli aderire con albume ben sbattuto.

Friggeteli i cannoli in un litro di olio di semi di arachidi, sarà caldo al punto giusto quando immergete la punta del cucchiaio di legno e ci sono bollicine attorno.

Friggete tre per volta i cannoli, continuate a girare finché non sono dorati, passateli in carta cucina, e quando saranno freddi riempiteli con crema di ricotta. Per abbreviarvi il lavoro potete prepararli il giorno prima.

Preparazione della crema di ricotta.

Passate lo zucchero nel macina caffè per trasformarlo al velo, unitelo alla ricotta la vaniglia e con lo sbattitore al minimo amalgamate il tutto.

Se siete abituati al vecchio metodo, fate voi, io mi trovo bene così, ed è molto più sbrigativo.

Unite le gocce di cioccolato guarnite o con pistacchi polverizzati con il macina caffè o con mandorle tostate e tritate a vostro gusto.

Sappiate che la crema di ricotta è meno calorica della panna e del mascarpone, imparate a prepararli è una grande soddisfazione ricordate, che sbagliando s’impara!

Precedente Straccetti di carne e peperoni Successivo Reginette napoletane

Lascia un commento