Torta di pandoro

La TORTA DI PANDORO, facile, veloce e super golosa, è ideale da preparare durante le festività natalizie per portare in tavola un grande classico ma in veste diversa dal solito o subito dopo, come ricetta da riciclo.

La leggera tostatura del pandoro, la cremosità e delicatezza della crema di ricotta e Nutella, rendono questo dolce davvero irresistibile sia per grandi che per piccini.

Questa che vi propongo è una ricetta base che naturalmente ho realizzato seguendo i miei gusti, ma niente vi vieta di farcirla come più vi piace, con della crema pasticcera al posto della ricotta o della confettura in sostituzione della crema di nocciole.

Tanto il risultato sarà comunque golosissimo e statene certi, andrà a ruba.

torta di pandoro
  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    15 minuti
  • Porzioni:
    stampo 20 cm
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 1/2 Pandoro
  • 350 g Ricotta di pecora
  • 50 g Zucchero
  • q.b. Nutella
  • 1 Caffè
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. torta di pandoro

     

    Come vedrete di seguito la realizzazione di questa golosissima TORTA DI PANDORO è veramente facile e super veloce.

    Tagliate metà pandoro in fette spesse 1 cm e rivestitene con ¾ uno stampo a cerniera di 20 cm di diametro premendo bene sia sulla base che sui lati.

    Nel frattempo lavorate la ricotta di pecora, che deve esser ben asciutta, con lo zucchero fino ad ottenere una crema liscia e compatta.

  2. Bagnate la base e il lati foderati di pandoro con il caffè zuccherato, aiutandovi con un pennello. Mi raccomando di non esagerare con la bagna della base, in quanto rischiereste poi che vi si rompa nel trasferirlo sul piatto di portata.

  3. Versate la crema di ricotta, livellate con un cucchiaio, e aggiungete la Nutella, ricoprendo tutta la superficie.

  4. Ricoprite quindi con il restante pandoro tagliato a pezzi grossolani. Spennellate anche in questo caso con il caffè.

    Infornate a 180° per 10 minuti quindi passate sotto il grill per altri 5.

    Sfornate e fate raffreddare completamente prima di sformare e cospargere di zucchero a velo.

  5. *Se non la gustate subito vi suggerisco di conservarla in frigorifero, in quando avendo al suo interno la ricotta, questa potrebbe inacidirsi.

Note

Seguimi anche sui social

FACEBOOK

INSTAGRAM

PINTEREST

TWITTER

YOUTUBE

Precedente Risotto alla barbabietola e salsa di Asiago Successivo Tagliatelle alla barbabietola

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.