Crea sito

Risotto funghi porcini e tartufo d’ Alba

Il risotto funghi porcini e tartufo bianco di Alba è un primo super raffinato, saporito, gustoso e ideale per i giorni di festa. Risotto di eccellenza italica, è un piatto che ci invidia tutto il mondo. Infatti è grazie a prodotti così che la nostra enogastronomia è la più apprezzata e pregiata che esista.

 

Seguimi anche su FACEBOOK

Risotto funghi porcini e tartufo

Risotto funghi porcini e tartufo

 

Ingredienti per 2 persone 

160 g di riso Carnaroli

100 g di funghi porcini freschi

1 spicchio d’aglio

Tartufo bianco d’alba

1/2 l di brodo vegetale (fatto con una carota, una cipolla, un gambo di sedano e un poco di sale)

1 noce di burro

3 cucchiai di olio extravergine d’oliva

30 g. parmigiano reggiano grattugiato

 

Risotto funghi porcini e tartufo

Procedimento

Preparate innanzitutto il brodo di vegetale, ponendo in una pentola una carota, una cipolla e una gamba di sedano tagliati a pezzi, con un poco di sale grosso.

In una padella fate imbiondire lo spicchio d’aglio con un cucchiaio d’olio e, subito dopo, toglietelo e versate i funghi porcini, che avrete tagliato a dadini dopo averli accuratamente puliti con un panno umido.

Fate cuocere per pochi minuti a fuoco vivace e poi togliete dai fornelli senza completare la cottura. Nel frattempo ponete sul fuoco un’altra padella con il rimanente olio e la noce di burro e fate tostare lievemente il riso Carnaroli.

Appena completata la tostatura (attenzione a non esagerare, perché rovinereste il gusto) iniziate a versare il brodo che nel frattempo si sarà preparato, mantenendolo in ebollizione. Aggiungete a poco a poco il brodo e, circa a metà cottura, anche i funghi saltati in padella in precedenza.

Quando il risotto sarà vicino alla cottura aggiungete ancora un poco di brodo, spegnete il fuoco e versate il parmigiano grattugiato, mantecando il risotto e lasciandolo riposare qualche minuto.

Versate il risotto nei piatti e ricopritelo con una generosa quantità di tartufo bianco d’Alba, che avrete affettato con l’apposito strumento dopo averlo spazzolato e delicatamente pulito con un panno umido.

Buon appetito!