Potage Parmentier

 

La potage parmentier è un classico intramontabile della cucina francese. Si tratta di una zuppa profumata e saporita, ideale da preparare nella stagione invernale, preparata con ingredienti molto semplici come le patate e i porri.

Il nome di questo piatto, semplice e vellutato, è legato ad Antoine Parmentier: farmacista e agronomo francese della seconda metà del settecento, divenne famoso per aver effettuato importanti studi sulla patata durante la sua detenzione in Germania, in un carcere prussiano.

Fino ad allora le patate erano considerate un alimento nocivo, altamente tossico, adatto solo a sfamare i maiali.

Antoine Parmentier scoprì le eccezionali proprietà di questo tubero e divulgò tutti gli impieghi della patata in cucina.

La ricetta della zuppa parmentier può essere modificata a piacimento sostituendo o aggiungendo alle patate altri ortaggi come le carote, i fagiolini, i cavolfiori o i broccoli.

 

Seguimi anche su FACEBOOK 

potage parmentier

Potage Parmentier

 

Ingredienti

500 g di patate

2 porri

1 l di brodo di pollo o vegetale

30 g di burro

1 dl di panna liquida fresca

Erba cipollina

Sale e pepe

 

potage parmentier

Potage Parmentier

 

Procedimento

Pelate le patate, lavatele e tagliatele a dadini. Mondate i porri dalla parte verde e dalle radici, lavateli per bene sotto acqua corrente per eliminare le tracce di terra e affettateli sottili.

Scaldate il burro in una casseruola ampia e dai bordi alti, versatevi i porri e fateli appassire dolcemente a fuoco lento. Salate e controllate che non prendano colore.

Dopo una decina di minuti, quando saranno teneri, unite le patate, mescolate e lasciatele insaporire per qualche minuto prima di bagnarle con il brodo caldo.

Coprite la casseruola e lasciate cuocere, a fuoco moderato, per circa mezz’ora.

A cottura terminata, frullate il tutto con il mini pimer e rimettete il potage nella casseruola.

Insaporite con una macinata di pepe bianco, regolate il sale e riportate a ebollizione.

Fuori dal fuoco amalgamate la panna liquida, spolverate con l’erba cipollina tagliuzzata e servite passando a parte dei crostini di pane.

Precedente Migliaccio Successivo Coratella