Crea sito

Pollo Tandoori

Il  Pollo Tandoori, è un popolare piatto della cucina indiana a base di pollo arrosto, yogurt e spezie, consumato in varie parti dell’Asia meridionale come antipasto. La carne di pollo, che siano ali o cosce, viene marinata nello yogurt e condito con il tandoori masala. La tipica colorazione rossa della carne viene ottenuta utilizzando la polvere di chili rosso, peperoncini di Cayenna o kashmiri, mentre una grande quantità di curcuma produce la colorazione arancione. In molte versioni moderne del piatto si possono trovare entrambe le colorazioni. È tradizionalmente cotto ad alte temperature nei tipici forni di argilla, i tandoor, da cui il piatto prende il nome. Può tuttavia essere preparato anche su una tradizionale griglia.

 

Pollo Tandoori

 Pollo Tandoori

 
Ingredienti per 6 persone 

1 kg e mezzo di pollo

1 noce di burro

 

Per la Prima Marinatura (30 min)

1 cucchiaino di pasta di zenzero

1 cucchiaino di pasta d’aglio

1 cucchiaio di polvere di peperoncino (preferibilmente kashmiri, quello rosso intenso – ma se non l’avete andrà benissimo quello che avete in casa)

½ limone (solo il succo)

sale q.b. (attenti a non esagerare)

 

Per la Seconda Marinatura (4 ore)

360 ml di yogurt (ben battuto)

½ cucchiaino di pasta di zenzero

½ cucchiaino di pasta d’aglio

1 cucchiaio di polvere di peperoncino

1 cucchiaio di garam masala

1 cucchiaino di paprika (per il colore, a scelte la tipologia)

2 cucchiai di olio di senape (se non riuscite a trovarlo, sostituite con olio normale e senape)

 

 

Procedimento 

Tagliate il pollo in piccoli pezzi e togliete la pelle. Con un coltello affilato, effettuate dei tagli precisi nella carne cruda.

Se avete scelto di usare delle cosce, assicuratevi di incidere con precisione la base del tendine, affinché cuocia bene. Per quanto riguarda l’area vicino all’ala, non dimenticatevi di incidere sotto l’ascella.

Nelle parti polpose, incidete con cura a tagli regolari, ben separati. In questo modo il condimento penetrerà meglio nella polpa, regalandovi il massimo del gusto.

Prendete un sacchetto di plastica ermetico o, se vi piace sporcarvi le mani, una marmitta di vetro. Adagiatevi il pollo e cospargetelo con la prima marinatura: un po’ di sale, il succo di limone, polvere di peperoncino, pasta d’aglio e pasta di zenzero.

Mescolate accuratamente richiudendo la busta e agitando il contenuto, oppure massaggiate la carne facendo in modo che il condimento penetri adeguatamente nei tagli fatti in precedenza. Lasciate riposare per almeno 25-30 minuti.

NOTA: Il peperoncino conferisce il colore caratteristico al pollo tandoori. 

Aprite il sacchetto di plastica e procedete con la seconda marinatura: in una caraffa capiente battete lo yogurt e, continuando a mescolare, mettete: pasta di zenzero, pasta d’aglio, polvere di peperoncino, garam masala, paprika e 2 cucchiai abbondanti di olio di senape.

Girate con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo e rossiccio, dall’aspetto invitante. Immergete a questo punto il pollo nella seconda marinatura, massaggiandolo bene e coprite con pellicola – oppure versate la marinatura nel sacchetto di plastica ermetico.

Richiudetelo, mescolate e lasciate riposare per minimo 4 ore in frigorifero. L’ideale sarebbe che il pollo riposasse nella marinatura per una nottata intera.

Se non possedete un barbecue, niente paura! È possibile cucinare un pollo tandoori anche col forno di casa vostra.

Pre-riscaldatelo a temperatura massima e disponetelo sul grill, facendo in modo che cuocia vicino alla parte alta del forno.

Lasciate cuocere per 25 minuti circa, controllandolo. Capirete che è cotto quando la carne si staccherà facilmente dalle ossa (se ci sono) e la cucina sarà pervasa da un profumino delizioso che avrà attirato tutta la famiglia.